GreenPASSiamo le parole di Salvini: l’assurda ideologia allegorica del politico in verde
GreenPASSiamo le parole di Salvini: l’assurda ideologia allegorica del politico in verde

GreenPASSiamo le parole di Salvini: l’assurda ideologia allegorica del politico in verde

GreenPASSiamo e un termine che forse Salvini non comprende. Eppure il verde dovrebbe essere un colore che si addice bene al politico che, imperterrito continua a dare aria alla bocca ed incastrare ideologie poco “ideologiche” in qualunque contesto. Con l’analogia tra greenpass e immigrati però, stavolta ha davvero superato i limiti di se stesso.

GreenPASSiamo le parole di Salvini: che cosa c’è dietro la follia vestita di verde?

Se adesso vi dicessi che gli sbarchi immigrati nei porti italiani, non si arrestano, ma si intensificano, ci credereste? Io spero che la domanda alla questione sia per voi positiva. Ciò perché non potrebbe essere altrimenti. Ma cerchiamo il nocciolo della questione e l’innata spiegazione di essa. Tra pareri concordi e contrari è giusto affrontare “la questione Europa”. L’Europa infatti, per togliersi una bella mosca dal naso, offre ingenti somme al governo italiano affinché delle povere anime vengano accolte con la speranza di un futuro migliore. E non c’è nulla di peggiore di pensare agli episodi razzisti, più mentali che fisici, che tutto ciò scaturisce. Ma quindi, a che cosa servono gli stanziamenti europei verso la povera Italia? Il ragionamento è presto che fatto e semplice: a costruire strutture di accoglienza. Quante di queste strutture sono state costruite signor Salvini?

L’ignoranza impervia tra il popolo credente

“Non ha senso controllare bambini ed anziani per entrare in pizzeria e far sbarcare centinaia di migrati senza vaccini né documenti”. Queste le assurde parole del leghista che da verde, si tinge improvvisamente di rosso. Il rosso della propria rabbia che riversa parole senza senso di fronte all’evidenza più palpabile. Se ci fossero le strutture adeguate, forse non esisterebbe un personale medico che si occuperebbe di certo di vaccinare gli sfollati e sbarcati sulle coste dei nostri porti? Certo che si. E quindi si apre inevitabilmente un ulteriore blocco di pensiero: che fine hanno fatto i soldi stanziati dalla cara Europa al fine dell’accoglienza umana? Sorvoliamo per un momento il mancato libero arbitrio della scelta del vaccino. Essa istituita ad hoc da un greenpass che di fatto, limita la nostra personale scelta privata. L’accoppiata che Salvini crede vincente in ciò che ha detto, ha più falle di uno scolapasta. Ma andiamo avanti credendo che sia un grande leader; io continuo a dissociarmi sia dal razzismo che dalle inezie alle quali spesso, si da adito di credere siano importanti.

Un commento

  1. Pingback:Lotta al Covid-19: spuntano nuove interessanti svolte nella cura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.