Lotta al Covid-19: spuntano nuove interessanti svolte nella cura delle varianti
Lotta al Covid-19: spuntano nuove interessanti svolte nella cura delle varianti

Lotta al Covid-19: spuntano nuove interessanti svolte nella cura delle varianti

Lotta al Covid-19 le nuove scoperte. Secondo quanto ufficializzato dagli atti dell’AIFA, il trattamento del virus che ha colpito l’intera popolazione mondiale, sarebbe giunto ad una svolta. Il quadro, sarebbe di fatto chiaro per ciò che concerne le varianti del Covid-19 che più spaventano.

Lotta al Covid-19: gli anticorpi monoclonali contro le varianti della malattia?

Da ciò che apprendiamo dall’Aifa appunto, l’anticorpo monoclonale Sotrovimab, sarebbe estremamente fondamentale nella cura di soggetti di età pari o superiore ai 12 anni. Parliamo quindi di soggetti non ospedalizzati, ai quali verrebbe sottoposta una terapia da eseguire presso il proprio domicilio. Questi quindi, non necessitano di macchinari per l’ossigenazione. Si tratta ebbene, di pazienti a basso o medio rischio. Per ciò che concerne, invece, le persone ospedalizzate, il trattamento risulterà differente: ovvero una combinazione di casirivimab e imbevimab. In ogni caso, attualmente, l’Italia dispone di cure che evidenziano un funzionamento per tutte le varianti ad oggi riscontrate.

L’efficacia degli anticorpi monoclonali

Senza dilungarci troppo su terminologie scientifiche che, potrebbero confondere solo le nostre menti, è necessario pensare che gli anticorpi monoclonali, risultano ad oggi estremamente efficienti ed efficaci su tutte le varianti. Stiamo parlando di Sotrovimab, Casirivimab e Imdevimab. Questi, infatti, dovranno chiaramente essere utilizzati secondo scheda clinica del paziente e a discrezione del medico curante a seconda del caso da trattare. Tali divulgazioni scientifiche, non sono solamente atti alla cura, ma risultano di fatto un’estrema speranza per tutti noi. Le varianti negli ultimi tempi, hanno spaventato più che mai, motivo per cui tali atti ufficiali mirano a farci comprendere che forse, la soluzione che tanto aspettavamo, dopo il vaccino, non sia poi più così lontana.

Un commento

  1. Pingback:Rave abusivo: avete voluto i giovani vaccinati? Ora il rave perchè no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.