La prima promette spettacolo, Roma-Fiorentina.
La prima promette spettacolo, Roma-Fiorentina.

La prima promette spettacolo, Roma-Fiorentina.

Roma-Fiorentina, la prima promette spettacolo. Oggi 22 agosto 2021 incomincia per la Roma e per la Fiorentina un nuovo cammino. Tutte e due hanno fatto cambiamenti importanti a cominciare dall’allenatore. Ma anche riguardo gran parte della rosa. Le due squadre in passato si sono sfidate varie volte. Sono ben 164 le sfide tra le due. Le statistiche vedono la Roma avanti. 56 le vittorie della Roma 60 i pareggi e 48 le vittorie della Fiorentina. Mentre proprio nell’esordio stagionale le due squadre si incontrano per la decima volta, ed è un record. Nessuno nell’esordio si è mai scontrato così tante volte.

La prima promette spettacolo?

L’allenatore della squadra toscana è Italiano, allenatore che conosce molto bene il campionato di Serie A. Dall’altra parte c’è il portoghese Jose Mourinho. Anche lui conosce la Serie A ma l’ultima volta risale nel maggio del 2010, quando fece il triplete con l’Inter. Quell’anno la Roma arrivò seconda ad un solo punto dalla squadra milanese. Al primo posto della classifica capocannonieri di questa sfida c’è Callejon. Riuscendo a segnare 4 gol in totale. Subito a seguire, con 2 gol, da una parte ci sono Spinazzola e Zaniolo e dall’altra ci sono Benassi e Saponara. Una grande novità è il debutto del neo acquisto giallorosso, Tammy Abraham. Giocatore giovane con ottime qualità che verrà schierato nella prima partita di campionato. Questa, per lui, sarà la prima nella Serie A.

Probabili formazioni Roma-Fiorentina

Nella Roma, con un 4-2-3-1, tra i pali, Mourinho ha deciso di mettere subito il neo acquisto Rui Patricio. In difesa ci sono Karsdorp sulla destra, mancini e kumbulla centrali e il neo acquisto Vina. A coprire i ruoli di centrocampo ci sono Cristante, Diawara e pellegrini come trequartista. In attacco ci saranno Mkhitaryan sulla sinistra, Zaniolo sulla destra e come punta il neo acquisto Shomurodov. Nella Fiorentina, con un 4-3-3, tra i pali c’è Dragowski. In difesa, Venuti, Milenkovic, Igor e Biraghi. I tre di centrocampo sono Bonaventura, Pulgar e Castrovilli. Invece il tridente d’attacco è composto da Gonzalez, Vlahovic e Callejon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.