Obbligo vaccinale: il Governo va avanti mentre le farmacie vanno indietro
Obbligo vaccinale: il Governo va avanti mentre le farmacie vanno indietro

Obbligo vaccinale: il Governo va avanti mentre le farmacie vanno indietro

E’una dura, triste sconsiderata realtà, l’obbligo vaccinale sembra andare a gonfie vele verso un disegno di legge. Invece l’attività delle farmacie riguardo ai tamponi sembra arenarsi in una questione di interessi.

Obbligo vaccinale: il costo del tampone tradizionale è a carico dello Stato?

Dopo l’annuncio del Governo, riguardo i prezzi dei tamponi, abbiamo immediatamente cercato di comprendere se le farmacie si fossero adeguate al decreto. risultato: il 90% delle farmacie contattate non fanno i tamponi rapidi. Dopo l’annuncio dei giorni scorsi, è stato siglato l’accordo che garantisce i tamponi antigenici rapidi a prezzo calmierato, validi per l’emissione del Green pass. Il test dovrebbe avere un costo di 15 euro. Più di 3500 farmacie hanno aderito. Ma alla domanda: “Fate i tamponi rapidi?”, la risposta è stata “No, forse più avanti”. Oppure: “No soltanto il tradizionale”. Allora la domanda nasce spontanea: se da quelli rapidi, che deve pagare il cittadino, la farmacia in un eventuale prezzo calmierato, ci prende 15 euro, quanto incasserà dai tradizionali pagati dallo Stato? E’ l’unica domanda che ci possiamo porci visti i tempi, vista la speculazione che si fa sul sistema Covid e Green Pass.

Il sistema marcio

Tornando ai tamponi rapidi antigenici, il Lazio è la prima a partire con il test nelle farmacie. Questo secondo la statistica di altroconsumo. Secondo la nostra invece, che non è pagata da nessuno, nel Lazio il 90% delle farmacie non è attrezzata per i test rapidi. Sempre secondo altroconsumo, con un accordo tra giunta e sigle sindacali dei farmacisti, si è stabilito anche un prezzo massimo di 22 euro, come direbbe Giallini: “Me cojoni“. Hanno seguito l’esempio molte altre Regioni, ognuna con il suo tetto. Il problema di fondo non sta nello stabilire di principio un tetto massimo, ma sta nel fare i tamponi rapidi. Una cosa non ci avete detto: quanto prende una farmacia per i tamponi tradizionali? Ovviamente a carico dello Stato? Ve lo diciamo noi tranquilli. Quelli lenti gravano sul sistema sanitario tra i 35 e gli 89 euro l’uno, e negli ambulatori privati la tariffa media è prossima ai 100 euro. Al prezzo finale contribuiscono i kit, i reagenti, i macchinari e il personale, più l’eventuale margine di guadagno. Bene, mi sembra svelato l’enigma noo? Questo è il motivo perchè le farmacie non fanno ancora i tamponi rapidi, perchè attraverso SSN ci guadagnano il doppio. Tamponate gente Tamponate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.