I paesi dell’Unione europea stanno ulteriormente proteggendo i loro confini
I paesi dell’Unione europea stanno ulteriormente proteggendo i loro confini

I paesi dell’Unione europea stanno ulteriormente proteggendo i loro confini

I paesi dell’Unione europea stanno ulteriormente proteggendo i loro confini e la maggior parte sta persino mettendo il filo spinato per prevenire una possibile ondata di migranti dall’Afghanistan.

I paesi dell’Unione europea o Bosnia-Erzegovina?

Non è una cosa diffusa in tutta Europo, o meglio, i paesi dell’Unione europea stabiliscono dei prgrammi, Qui in Bosnia invece, cercano di respingerli duramente. L’amministrazione sottolinea che vuole aiuti umanitari per loro, ma lontano dai suoi confini. Secondo gli ultimi dati disponibili dalla Commissione Europea il numero di richiedenti asilo dall’Afghanistan è aumentato di un terzo negli ultimi mesi, rispetto all’anno precedente. Era già chiaro che con il ritiro degli USA, l’ondata di rifugiati dall’Afghanistan si sarebbe intensificata e già a maggio c’erano circa 4.600 richiedenti asilo. Alcuni esperti di sicurezza dicono che mezzo milione di afgani sono in movimento.

La pressione dei migranti sulla Bosnia-Erzegovina

La pressione dei migranti è molto avvertita anche in Bosnia-Erzegovina, che è già una rotta balcanica ben consolidata. Per questo sta anche adottando misure forti per impedire ai migranti di entrare. Secondo i dati, dall’inizio dell’anno la polizia di frontiera ha dissuaso più di 4.100 persone dal tentare di attraversare illegalmente il confine di stato, e la maggior parte di loro erano cittadini di Pakistan, Afghanistan, Bangladesh, Marocco e altri. Quasi tutte le misure umane e materiali-tecniche della BPBiH, dall’inizio della crisi dei migranti, sono dispiegate nella parte orientale del confine, dove c’è la maggiore pressione.

Un commento

  1. Pingback:Discriminazioni di genere e cultura: l’UE toppa alla grande -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.