MK Walid Taha: unione di intenti o spaccatura della Knesset?
MK Walid Taha: unione di intenti o spaccatura della Knesset?

MK Walid Taha: unione di intenti o spaccatura della Knesset?

Tel Aviv: Ra’am MK Walid Taha è stato scelto come nuovo presidente della commissione per gli affari interni e ambiente della Knesset, in sostituzione del suo defunto collega Said al-Harumi, morto il mese scorso.

MK Walid Taha: profeta o demonio?

Taha, che è il capo della fazione alla Knesset del partito Ra’am, è entrato alla Knesset nel 2019. Il comitato ha approvato la sua nomina 6 voti a 4, con diversi membri che hanno protestato contro il Ra’am, affermando che Taha è un sostenitore del terrorismo. Orit Strock ha affermato: “E’un imbarazzo che sostenitori del terrorismo siano seduti nel governo. La coalizione deve pentirsi dei suoi peccati“. Karhi ha affermato che la leadership del comitato, che sovrintende alla pianificazione e alla costruzione, non dovrebbe essere messa nelle mani di un “membro del Movimento islamico“. “Ovviamente questo pregiudizio iniziale, non è del tutto errato. Per comprenderlo in pieno bisognerebbe vivere qui, soprattutto per comprendere le ritorsioni possibili contro gli ebrei“. In risposta, Taha ha affermato: “I bugiardi e gli ipocriti hanno un problema con un partito arabo che ha la responsabilità della distribuzione delle risorse, inclusa la comunità araba. Queste persone vogliono andare a dormire e svegliarsi senza un solo arabo in questo Paese, ma continueranno a soffrire. Anche noi siamo cittadini di questo Stato“.

La promessa di Taha

Taha ha affermato di non essere felice dell’incarico. “Gestirà il comitato in modo equo e tutte le questioni saranno trattate in modo professionale e senza pregiudizi“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.