Super Bergoglio: smaschera chi voleva farlo fuori
Super Bergoglio: smaschera chi voleva farlo fuori

Super Bergoglio: smaschera chi voleva farlo fuori

Super Bergoglio, con la B gigante in ogni suo paramento come superman, smaschera i consumati omicidi che miravano alla sua dipartita. Siete curiosi eh? Corvi, Corvacci neri ortodossi, come dire: curia? Ma anche si, ma entriamo nei dettagli e vediamo se le mie di notizie corrispondono a quelle sputate fuori da alcuni pseudo giornali.

Super Bergoglio e l’intrigo nel buio?

Sto bene, alcuni mi volevano morto, stavano già preparando un Conclave“. E da questo istante che Bergoglio fa partire la caccia alla scoperta dei corvi che volevano la sua dipartita. Cardinali e vescovi che durante il ricovero di Papa Francesco, si erano subito riuniti a cena in Vaticano per individuare un possibile successore. Quello che mi dispiace è che ho sempre ragione e non mi preoccupo di dirlo. Sapete chi fa queste cose? La curia fa queste cose. La curia ha il potere di farti sparire, riunirsi in gran segreto, e dirigere i giochi per individuare un nuovo possibile Papa. Bergoglio denuncia prontamente l’accaduto, e attraverso gionalisti veri che non accettano i consigli trasversali dell’altra parte, magari mascherata dalla voce di un ex amico prete del tipo:Andiamoci un pochino piano“. Bergoglio accende i riflettori su questa gente: i corvi neri della Chiesa, quelli che l’hanno sempre distrutta, truffata e deturpata del suo Spirito. Cara curia, se pensi che Dio sia a suo agio nella vostra casa, che avete intestato a Lui, vi sbagliate di grosso. Dio manda al rogo gli omicidi e i traditori.

Dentro le sacre stanze

Le Sacre stanze sono piene di bisbigli, alcuni si domandano chi sono, alcuni cercano di capire chi è stato. Per esempio, non è un caso che il cardinale arcivescovo di New York, Timothy Dolan, si sia già presentato all’intero collegio cardinalizio come un possibile papabile. Non lo ha detto ai quattro venti ma direttamente a chi è nella stanza dei bottoni. Il giudizo che esce dalla politica della Chiesa statunitese è: “Dopo i gravi fallimenti istituzionali e la confusione liturgico-dottrinale degli ultimi decenni“. Timothy Dolan è ben appoggiato da buona parte della Chiesa statunitense, e garantirebbe un protezione alla politica ortodossa della curia. Il punto su cui continuo e continuerò a battere è che il nome e cognome di quei porporati, riuniti nella mistica cena vaticana, sono definibili in: Curia Romana. Questo è il nome e cognome che stiamo cercando. Che Ora Dolan sia uno dei papabili lo avete capito, ma insieme a lui ce ne sono altri su cui ancora si sta facendo luce.

Un commento

  1. Pingback:La curia si difende come un pugile all'angolo - Il Grillo Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.