Berlusconi avvisa Draghi e minaccia l’uscita dal Governo
Berlusconi avvisa Draghi e minaccia l’uscita dal Governo

Berlusconi avvisa Draghi e minaccia l’uscita dal Governo

Se il governo alzerà le tasse sulla casa, allora Forza Italia sarà pronta a uscire dalla maggioranza“, Berlusconi avvisa Draghi con questa bordata. È inutile girarci intorno, Mr. B queste cose le conosce bene e non deve prendere lezioni neanche da Draghi. Non sono Berlusconiano, anche se nella sua immensa follia provo una grande simpatia per Berlusconi: non so mi fa ridere. Ma certamente è un grande stratega di economia e politica.

La minaccia è concreta? Berlusconi avvisa Draghi veramente o è strategia elettorale?

Diciamo la verità è molto difficile che sia una strategia elettorale. Questo delle tasse è stato sempre un cavallo da battaglia di Berlusconi e della sua compagine politica. Non si gioca sulle tasse, sulla casa e sulla dignità di chi si è sudato mattone per mattone. Mr. Berlusconi lo dice in francese: “Quand le bàtiment va, tout va. Significa che quando il mercato dell’edilizia, funziona, allora funziona anche tutto il resto. I francesi hanno ragione, le condizioni del mercato degli immobili sono uno degli indicatori più sensibili, ma anche uno dei motori più efficaci, del sistema economico e produttivo nel suo complesso. Già questa sarebbe una ragione sufficiente per considerare la casa uno dei settori strategici sui quali investire per far uscire il Paese dall’emergenza economica legata alla pandemia“. Ora chi vuole giocare con patrimoniali o frenare mercati stabili, deve anche capire che va verso la caduta del Governo Draghi One. Non può essere concepito uno Stato che rischia di immobilizzare un mercato in ripresa. Anzi dovreste far aprire le tasche a quei ladroni delle banche, per mettere le famiglie in condizioni di avere super prestiti per acquistarne una.

Berlusconi a valanga

Ma vi è un altro aspetto che io considero ancora più importante. La casa, per le famiglie italiane è il primo degli investimenti. La prima casa in particolare è spesso il frutto dei risparmi di una vita o addirittura di più generazioni. E’ il luogo anche simbolico della stabilità, della sicurezza, della continuità familiare, dell’attaccamento alle proprie radici. Per questo ho detto più volte che per noi la casa è sacra. Non potremmo mai accettare una politica che penalizzasse la casa o l’investimento immobiliare”. Sono uno che scrive in modo atipico, e spesso amo unire sacro e profano o se volete: materiale e spirituale. Ripeto non sono Berlusconiano, ma quello che dice super Silvio è un elemento che viene dal cuore, da un’infanzia con un padre operaio, dove la casa era il tutto. Alle sue parole non si può aggiungere nulla. Lui è sicuramente un grande oratore, ma questa volta parla con il cuore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.