Salvini vs Giorgetti: non si placa la lotta dentro la Lega
Salvini vs Giorgetti: non si placa la lotta dentro la Lega

Salvini vs Giorgetti: non si placa la lotta dentro la Lega

Abbiamo a che fare con i pazzi e facciamo finta di nulla, Salvini vs Giorgetti porterà la Lega al delirio totale. Sinceramente, alla vigilia delle votazioni a Sindaco di Roma e Milano, mettere in dubbio le candidature è un atto folle. Mi dispiace ma Salvini dovrebbe essere estromesso dal suo ruolo, meglio che vada a pesca.

Salvini vs Giorgetti è scontro vero?

Quel gran genio di Salvini, replica a Giorgetti, che in un’intervista aveva espresso apprezzamento per Carlo Calenda e bocciato i candidati sindaco scelti dal centrodestra. Alcuni lo hanno definto uno smacco, io soltanto una provocazione. A conti fatti Michetti vale come qualsiasi altra persona, e se la Raggi è sempre stata giudicata come una Sindachessa incapace, il signor Michetti è al suo stesso livello: inappropriato. L’unica differenza è che ha i soldi e si presenta con la parte opposta. Lo ripeto, quella di Girgetti soltanto una provocazione, verso tutti gli strateghi che hanno portato un candidato che le prenderà da Gualtieri e di santa ragione. La destra se continua così, dovrà elencare i Santi a cui rivolgersi pr non frantumarsi totalmente.

Salvini e Calenda se le sono dette

Che Calenda politicamente valga quanto un Renzi, cioè come il due di coppe quando a briscola regna bastoni è indiscutibile. Calenda, l’uomo del citofono è un politico inutile come l’orchite. E’ per questo che dico che Giorgetti, o ha già piantato la Maria, o quello che ha detto e solo una provocazione. Dopo il duello social come bambini delle medie, Salvini e Calenda, domenica mattina si sono incontrati al mercato di Porta Portese, e sapete che n’è uscito fuori? Il nulla, il vuoto cosmico! Due barattoli vuoti che si sono beccati per giorni sui social, di persona non si sono neanche chiariti? I giochini idioti di Calenda: “Il ragazzetto faceva lo spiritoso e stamattina siamo stati a trovarlo. Dal vivo tiene le penne basse. Bene così”. Matteo Salvini dal suo uccellino social scrive: “Calenda? Un ricco e viziato signore, che oggi al mercato di Porta Portese non si filava nessuno (a differenza di tanti commercianti e cittadini che incitavano e ringraziavano me e la Lega) e che per esistere ha dovuto attraversare trafelato la strada”. Rendetevi conto a chi stiamo dando in mano l’Italia. Rendetevi conto a chi lasciamo la politica. In due non fano una testa. Buon voto! Abnormal.

Un commento

  1. Pingback:La Meloni va in paranoia e comincia lo show - Il Grillo Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.