Il “giornalismo falsato”: dalle fake news all’importanza dell’editoriale
Il “giornalismo falsato”: dalle fake news all’importanza dell’editoriale

Il “giornalismo falsato”: dalle fake news all’importanza dell’editoriale

Negli ultimi giorni, si è sempre più sentito parlare di fake news. A fomentare il fenomeno, non sono solo i social network che siamo abituati ad utilizzare. Le maggiori responsabili sono proprio delle testate giornalistiche e il loro giornalismo falsato.

Che cosa si intende per “giornalismo falsato”?

Se siete abituati a leggere o semplicemente, volete rimanere informati su ciò che accade nel nostro paese e nel mondo, avrete di certo notato che non solo, molti titoli si ripetono e si copiano, ma altrettanto l’intera notizia. Bene, se la fonte presa come originaria è una notizia falsa, tutto a seguire sarà una grande menzogna. In tale contesto di CONfusione, si innesca un’altra perla: i giornalisti spazzatura. Questi, per produrre un certo numero di notizie, perdono il senso primario della loro etica. Nasce così una negligenza editoriale. Senza preoccuparsi di verificare la veridicità di quanto detto o scritto ( parte fondamentale di questo lavoro), si affidano ad un banale copia incolla.

L’importanza dell’editoriale

In sostanza, stiamo parlando di un articolo di giornale, che non solo esplica la notizia, ma altresì, la scardina o la approva, mediante tesi, ipotesi e dimostrazione del fatto accaduto. L’importanza di tale meccanica, deriva dal fatto di “metterci la faccia”. Esporsi a tal punto di fondersi con la popolazione di lettori: sia essa favorevole o contraria. La garanzia di tale modalità è che dietro a un numero di righe che possono sembrare buttate lì a caso, c’è un grande lavoro di pensiero, di verità e di logica.

Le critiche, l’ignoranza e l’invidia

Capita spesso di essere presi di mira da tediose menti che nascondono pensieri-impensabili. Eh già, un po’ per invidia o per frustrazione, alcuni sanno davvero dare il meglio di sé o il peggio del mondo. Ma lascio a voi questo giudizio. Ci sono professionisti che ogni giorno della loro vita, accrescono la propria sete di conoscenza mediante indagine. Usano un’etica professionale tale, da far uscire realmente la verità della questione che intendono analizzare. Perché il giornalista è una persona che prende in considerazione la propria curiosità, la analizza, ne cerca gli albori, e la esplica alla propria platea. Non prende una notizia da una fonte straniera la traduce e la riporta come sua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.