Domus Aureola: il Papa proclama il reddito universale, ciao ciao Meloni-Renzi-Salvini
Domus Aureola: il Papa proclama il reddito universale, ciao ciao Meloni-Renzi-Salvini

Domus Aureola: il Papa proclama il reddito universale, ciao ciao Meloni-Renzi-Salvini

Mentre la signora Benita Meloni e la casata Salvini-Renzi, saltano dai banchi gridando: “Affamiamo chi non ha nulla“, il Vaticano diventa: la Domus Aureola, e il Papa invoca il reddito universale per i poveri. E quando il Papa parla “so cazzi pomà“, come direbbero nel fim Febbre da cavallo.

Domus Aureola: Amennnn!!!

Quindi tempi duri per i meloniani, salviniani, renziani. E’ il Papa a stabilire che i potenti devono attribuire un reddito universale ai poveri. Quindi, almeno due dei tre scellerati (Renzi non crede neanche al pan cotto figuriamoci ai valori cristiani), non possono certo rimangiarsi il loro invocare i valori cristiani in un’Europa che va alla deriva? Siete fottuti lo sapete vero? Lo sentite quel brivido al collo, si chiama fine. Non andranno certo contro le parole del Papa? Altrimenti, per l’ennesima volta, dimostrerebbero di essere solo dei picchiatori neo fascinazi e niente più. Quindi, cari i miei criminali morali, fate attenzione a come vi proclamate da qui ai prossimi giorni. Adoro attaccarli! Adoro prenderli per il culo, mi fa sentire come la conduttrice radio dei Guerrieri della notte, altro grande film. Papa: “Serve salario universale di base. I precari non hanno uno stipendio per resistere, nessun lavoratore deve rimanere senza diritti”. Ora gli idioti destrorsi o destronzi a dir si voglia, devono adeguarsi alle parole del Santo Padre… anche perchè tra Bergoglio e Draghi c’è un certo sentimento: si chiama intesa, ricordatelo.

Non più violenza

E proprio come direbbe la conduttrice radio dei Guerrieri della notte: “I bastardelli coi manganelli l’hanno fatta grossa l’altro giorno. Magari pensavano di essere greenpassati con il coltello dalla piccola gang C.G.I.L : Catastrofica Gang incapace di lavorare. La gang ‘The House of Pound’ ha attaccato una gang che non è più nenache nelle mappe cittadine delinquenziali… fate attenzione a quali sbirri incontrate“. Dio come adoro quel film. Ora la signora melona come direbbe un Abbadantuono d’annata, dovrebbe capire che, anche tra i votanti la destra ci sono ormai dei morti di fame che hanno bisogno dei sussidi di sopravvivenza, e con il rinforzo delle parole di Bergoglio, La picchiatrice de Tore Sfranta, per citare un’altro film, se continua a proclamare “Affamiamoli tutti!!!” Rischia di mangiarsi buona parte del pescato nel vasto oceano della pandemia. Dalla Domus Aureola il Papa dice: “Forse è giunto il momento di pensare a una forma di retribuzione universale di base che riconosca e dia dignità ai nobili e insostituibili compiti che svolgete; un salario che sia in grado di garantire e realizzare quello slogan così umano e cristiano: nessun lavoratore senza diritti”. Signora Meloni, casata Salvini-Renzi… ciao ciao “E fate attenzione alle altre gang“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.