La Francia chiude l’organizzazione “anti-islamofobia” CRI
La Francia chiude l’organizzazione “anti-islamofobia” CRI

La Francia chiude l’organizzazione “anti-islamofobia” CRI

La Francia chiude l’organizzazione “anti-islamofobia” CRI per aver diffuso “odio, violenza e discriminazione”.
Questo in poche parole rivela l’obiettivo dell’iniziativa “Islamofobia” del CRI: stigmatizzare e quindi inibire l’opposizione alla violenza della jihad e all’oppressione delle donne della Sharia. In modo che la jihad possa avanzare senza opposizione e senza ostacoli.

La Francia chiude ma fa la parte?

Lavorare per l’istituzione della Sharia“. Questo era lo slogan del CRI, e la Francia chiude l’organizzazione come parte della sua campagna contro gli islamisti. La Francia crede e quindi agisce sulla presunta attività dell’organizzazione anti-islamofobia CRI per aver diffuso. La giustificazione principale è: “Aver diffuso e facilitato la diffusione dell’odio, violenza e discriminazione”. CRI (Coordinamento contro il razzismo e l’islamofobia) è accusata dalle autorità francesi di provocare atti violenti attraverso i social network. Nella sua dichiarazione, il Consiglio dei ministri ha osservato che l’organizzazione stava partecipando attivamente alla proliferazione dei sospetti di islamofobia all’interno della società francese. Non si può certo nascondere che Macron sia uno dei più attivi dispensatori di odio verso i musulmani.

Il doppio gioco di Macron

Il presidente francese, Emmanuel Macron, il 2 settembre, subito dopo aver lasciato il Libano, ora in totale delirio proprio a causa sua, dichiarò nel successivo viaggio in Iraq il suo sostegno e disponibilità ad aiutare l’Iraq nell’affrontare le maggiori sfide del Paese. Ma soprattutto, precisò che il maggior impegno era contro il terrorismo e i combattenti dello Stato Islamico (Isis). “Siamo qui e continueremo a sostenere l’Iraq”. Quindi amici miei, questo significa che il finto attentato e di matrice francese, come tutti gli altri creati a mestiere in Europa. Mi assumo la responsabilità di quello che dico: Macron è un terrorista e anche i presidenti precedenti.

L’Isis attacca in Iraq, almeno 11 morti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.