Bergoglio continua la sua opera di rinnovamento della Chiesa
Bergoglio continua la sua opera di rinnovamento della Chiesa

Bergoglio continua la sua opera di rinnovamento della Chiesa

Lo Spirito soffia dove vuole e riempie le anime più illuminate, forse è per questo che Bergoglio continua la sua opera di rinnovamento della Chiesa con estremo successo. Per la prima volta, una suora viene nominata segretario del Governatorato del Vaticano.

Bergoglio continua con successo?

Suor Raffaella Petrini è la prima donna a ricoprire questa carica. Papa Francesco ha nominato, inoltre, vice-segretario generale Giuseppe Puglisi Alibrandi. Quando diceva che voleva aprire alle donne non scherzava. Ma il punto è: quando diventeranno sacerdotesse? Quando diventeranno cardinali o cardinalesse? Ma soprattutto, quando le donne diventeranno Papesse? Ovviamente intendo Papa regolarmente votato e non mascherate da uomo, come molti racconti ci passano. Suor Raffaella Petrini è nata a Roma il 15 gennaio 1969. Laureata in Scienze Politiche presso la Libera Università Internazionale degli Studi Guido Carli e il Dottorato presso la Pontificia Università San Tommaso d’Aquino, dove è attualmente Docente. Pensiamo per un attimo alla Papessa Giovanna, mettiamo che la storia raccontata sia totalmente vera. Senza dubbi, senza mistificazioni, o bugie. Quale Papessa?

Giovanna

La Papessa Giovanna sarebbe stata l’unica figura di Papa donna, che avrebbe regnato sulla Chiesa col nome pontificale di Giovanni VIII dall’853 all’855. È considerata dagli storici alla stregua di un mito o una leggenda medievale, ripresa dal potere temporale francese in conflitto col papato. La leggenda ottenne in Occidente un qualche grado di plausibilità a causa di elementi intriganti contenuti nella storia. Però, secondo la storia riportata dalla Chiesa, Giovanni VIII verrebbe si collocato come 107esimo Papa più o meno nello stesso periodo riferito a Giovanna, ma con una temporalità maggiore e soprattutto con una stranezza di fondo: non si conosce il suo nome.

Bergoglio continua: ma cosa sappiamo veramente di Giovanni VIII?

Le uniche cose che sappiamo sono queste: Giovanni, nacque verso l’820 a Roma, figlio di Gundo, che ovviamente non chiarisce un gran che. Forse discendente di stirpe longobarda, quindi nordica. Il 14 dicembre dell’872, fu eletto Papa con il nome di Giovanni VIII, alla presenza dell’imperatore Ludovico II 825-875, succedendo al pontefice Adriano II 867-872, morto nello stesso giorno. La cosa strana è la cronologia. Nel periodo assegnato alla Papessa Giovanna, secondo quanto riportato dagni annali avrebbe regnato: Papa Leone IV dal 847 al 855.

Elenco dei Papi

La documentazione sui primi papi è molto scarsa, in un primo periodo avevano solo il titolo di Vescovo di Roma. La più antica menzione al titolo di Papa si deve ad un’epigrafe trovata nelle catacombe di San Callisto a Roma. Un certo diacono Severo scava un cubicolo doppio per se e la sua famiglia in occasione della morte della sua figlia di circa dieci anni dicendosi autorizzato dal “papae sui Marcellini” (296-304).

Elenco cronologico: e vado direttamente al periodo che più ci interessa

Dal 752 al 885

  • 92. Papa Stefano II (752)
  • 93. Papa Stefano III (752-757)
  • 94. Papa Paolo I santo (757-767)
  • 95. Papa Stefano IV (767-772)
  • 96. Papa Adriano I (772-795)
  • 97. Papa Leone III santo (795-816)
  • 98. Papa Stefano V (816-817)
  • 99. Papa Pasquale I santo (817-824)
  • 100. Papa Eugenio II (824-827)
  • 101. Papa Valentino (827)
  • 102. Papa Gregorio IV (827-844)
  • 103. Papa Sergio II (844-847)
  • 104. Papa Leone IV santo (847-855)
  • 105. Papa Benedetto III (855-858)
  • 106. Papa Niccolò I santo (858-867) – Roma, ca. 820
  • 107. Papa Adriano II (867-872) – Roma
  • 108. Papa Giovanni VIII (872-882) – Roma
  • 109. Papa Marino I (882-884) – Gallese (Viterbo)
  • 110. Papa Adriano III santo (884-885) – Agapito, Roma

Non trovate nulla di strano? In questo elenco il 107esimo Papa non è Giovanni VIII come sempre riportato. Quindi? C’è un Papa di troppo? O una Papessa nascosta?

Un commento

  1. Pingback:Il concetto di fede e di Dio: l’importanza del mezzo e non dello scopo -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.