L’anticonformismo insito nell’essere umano: siamo tutto e il contrario di tutto
L’anticonformismo insito nell’essere umano: siamo tutto e il contrario di tutto

L’anticonformismo insito nell’essere umano: siamo tutto e il contrario di tutto

Tra “l’essere ciò che mangiamo” e le varie ed eventuali, l’essere umano si riduce a essere la stessa condizione di sé. Ciò si traduce con l’anticonformismo che nasce intrinseco, ma muore estraniato.

L’anticonformismo è una scelta conclamata dell’essere umano?

Sono profondamente stanca di individui che propinano, dispensano, opinano consigli e prediligono di mettere la propria esperienza di fronte a quella degli altri. Se ne escono poi con un “se fossi in te.. io avrei fatto, farei o farò..”ma che cosa di preciso? Si tutelano poi con un anticonformismo mascherato della non-scelta dello stesso. Si nascondono ben bene nel concetto etimologico del termine, senza prenderne atto o essere quello che dicono di pensare. Stiamo parlando, di fatto, di un pararsi il culo in maniera totale, di fronte a ciò che non interessa, ma finge di interessare. Ecco! Questo è in definitiva, il punto focale, il fulcro non-ideologico di un’ideologia inesistente.

Un esempio pratico

Faccio un esempio pratico e alquanto banale, ma di facile e veloce comprensione. Per il mio benessere fisico e mentale, ogni giorno, passo almeno un paio d’ore in palestra. Capita spesso, di vedere e sentire persone che si destreggiano tra frasi alquanto opinabili e derisorie, nei confronti di chi, ha fatto una scelta di vita differente. “Sono intelligente e simpatica, non posso essere anche magra..” questa è una delle tante, che si riconduce al giudizio pratico a sfavore di chi, il proprio fisico, ha deciso di mantenerlo e allenarlo al fine di un mero benessere personale. Si instaura il pregiudizio, che diviene giudizio al sentire frasi di questa tipologia: “no…ma scherzi? Quella è sicuramente rifatta!” Eh no, cari amici. Se prendete la posizione di non coltivare quello di cui poco fa parlavo, non siete anticonformisti perché ne traete giudizio. L’anticonformismo a mio avviso, è un’altra cosa!

L’ anticonformismo: la mia idea dello stesso

Molto banalmente: me ne frego! Come dice Achille Lauro. Ecco il mio anticonformismo. Giudizi, credenziali, male parole e chiacchiere di paese. Sono troppo impegnata a organizzare la mia vita per giudicare quella degli altri. Tra l’altro, io voglio trarre un vantaggio e un bagaglio culturale da ciò che sento. E se questo non avviene, scremo con estrema selettività. Il punto è sempre lo stesso, ripetitivo e…ridondante? Quando personalmente si vuole crescere, non si da spazio a nulla che ci riguardi realmente. Passa tutto estremamente come “la fatica che fanno anche gli altri per essere ciò che sono”. Ma se così non fosse, il problema è solo loro, non nostro. Abbiate cura di voi stessi, sempre. Lasciate il giudizio a quell’anticonformismo mascherato.

Un commento

  1. Pingback:“Renegades”: quando lo schema esclude la diversità - Il Grillo Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.