Un popolo di sfigati, schiavi e inutilità
Un popolo di sfigati, schiavi e inutilità

Un popolo di sfigati, schiavi e inutilità

E’ una mervigliosa gioia, dirlo a quelle persone a cui questo articolo cadrà addosso come un macigno: un popolo di sfigati. Vi hanno tolto tutto, o meglio avete ceduto a tutto, senza ragionare sul quando e come. Sempre lo stesso modus operandi: terrore prima delle vacanze, prima delle feste, prima di ogni momento di aggregazione.

Un popolo di sfigati che si piega alla follia del super green pass?

Come accade di consueto, ormai dall’inizio della diffusione del Covid, di fronte all’evidente fallimento di un provvedimento, il Governo non sceglie di cambiare strategia, ma decide invece di perseguire la stessa strada, rafforzandola. Dal 6 dicembre il green pass, che non è servito a nulla, diverrà super green pass. Sarà necessario infatti, per accedere negli alberghi, ristoranti, cinema, teatri, bar, ma anche per usufruire del servizio di trasporti locali (quest’ultimo alla fine si rivelerà una follia, vedrete perchè). Un allargamento che imbavaglierà la vostra libertà di spostamento, soprattutto in previsione delle feste. Ma il problema più grave, cari inferiori è che non comprendete le strategie e le anomalie. Questo vaccino, non è un vaccino! Oggi il Giornale riporta una notizia che si dibatte da giorni: è sicuro che l’effetto del vaccino decade dopo tre mesi. Quindi, ogni tre mesi vi dovete fare una pera di nulla per poter circolare.

Perchè?

Perchè hanno capito che siete un popolo di sfigati. Un popolo che darebbe il culo pur di non rinunciare a cose come: stadio, eventi stradaioli idioti, cinemino con il fidanzatino mentre il maritino è in pizzeria con quella dell’ufficio. Perchè sanno che non potete rinunciare al bar, al teatro, allo shopping nei vostri cazzo di centri ommerciali, che non potete fare a meno delle vostre cazzo di palestre, piscine, o qualsiasi altro luogo di aggregazione. Perchè non sapete come scappare dalla gabbia familiare, perchè non sapreste come coccolare l’amante… il problema non è il vostro cazzo i lavoro! Se avete paura di perderlo allora combattete per esso. Le rivolte si fanno con le palle, non a colpi di lifting. Scioperate, convincete anche gli altri a farlo, non possono licenziare tutti. Non pagate le tasse e convincete tutti a farlo, non possono multare o arrestare 60 milioni di italiani che non pagano. Non mettete i carburanti, non comprate merce, non viaggiate, non fatevi o fate regali. FERMATEVI! Vi stanno massacrando. Questo vaccino non è un vaccino, e questo green pass non è la soluzione. Si ammalano i vaccinati, e anche chi ha il green pass. Quello che stanno facendo è sperimentare su di voi. FERMATEVI! Metteteli in ginocchio. Non è sbagliato fare il vaccino, ma è sbagliato farlo diventare un ricatto morale.

Nel frattempo

Nel frattempo non possono che sorgere domande in relazione a questa estensione: immaginiamo infatti tutti i ragazzi che frequentano scuole medie, licei ed istituti, per cui non è richiesto l’obbligo di green pass. Mentre dal 6 dicembre gli stessi dovranno avere il green pass per salire sui mezzi pubblici. Su quale logica scientifica si poggerebbe questo provvedimento? NESSUNA! Una rivolta nasce dal sacrificio, allora non sacrificatevi per loro ma per voi. Non accettate il ricatto che non ha termini scentifici accettabili. E’ UNA PRESA IN GIRO… VI CHIEDO DI NON ESSERE UN POPOLO DI SFIGATI: RIBELLATEVI.

Il tampone che fa gli scherzi: si, no, forse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.