Consigli utili: come iniziare una dieta senza “strapparsi i capelli”
Consigli utili: come iniziare una dieta senza “strapparsi i capelli”

Consigli utili: come iniziare una dieta senza “strapparsi i capelli”

Come vi capisco: il primo approccio, quel lunedì che non vuole arrivare mai. La volontà che vi chiama a gran voce, ma la voglia che si nasconde dietro la vostra ombra. Iniziare una dieta non è mai semplice, soprattutto i primi tempi. Si ha sempre paura di sbagliare e quelle cose tanto buone che ci fanno tanto male, ci solleticano. Ecco alcuni consigli utili che io stessa ho messo in pratica.

Quali consigli utili per iniziare una dieta nel modo giusto?

La parola d’ordine, per me, è sempre stata GRADUALMENTE. La stessa che ho utilizzato nell’articolo che parla dell’allenamento. E questo, non credete si distacchi dall’altro come già ho specificato, le cose devono e necessitano andare di pari passo. Iniziare una nuova alimentazione, distaccandosi pienamente dalle vecchie abitudini, è un grosso errore. Cominciare a togliersi e ridursi le dosi, è un ottimo modo per arrivare al risultato che ci siamo prefissati con il nutrizionista o dietologo. Io, ad esempio, ho fatto esattamente così. Ho associato il tutto a un buon allenamento per almeno il primo mese. Di conseguenza, ho interpellato chi di dovere ed ho iniziato un percorso molto più duro, finalizzato all’allenamento e al risultato che intendevo ottenere.


Dieta e menopausa: come dimagrire a 50 anni


Procedete per gradi, valutando la vostra età e i fattori esterni

Molte volte, mi capita di essere sul tapis-roulant e vedere persone che, tra di loro, fanno a gara a chi va più veloce. Nulla di più menzognero che il vostro corpo possa ricevere. Ragazzi, per quanto possiate essere prestanti, una cinquantenne che si approccia alla palestra e una trentenne, non possono avere gli stessi risultati. E la medesima cosa, la riscontriamo per la dieta. Il corpo risponde a determinati stimoli, combinati all’età dell’individuo. A prescindere che possa ottenere grandi risultati, questo è un fattore esterno da tenere assolutamente in considerazione. Il cambiamento avverrà, ma sarà molto più lento. Questo però, non deve farvi scoraggiare. Dovete rimanere concentrati su ciò che volete che il vostro corpo sia.

Fate molti pasti per attivare il metabolismo

Questa è una regola fondamentale. Per mantenere il metabolismo attivo, dovrete cercare di fare dei piccoli pasti almeno 5/6 volte al giorno. In tal modo il vostro corpo continuerà a lavorare incessantemente, bruciando grassi. Adattate ciò che fate sempre alle necessità del vostro corpo, chiaramente. Nessuno meglio di voi può conoscerlo, nemmeno il dietologo migliore del mondo. Quindi, imparare ad ascoltarsi è fondamentale nel processo di crescita del vostro obiettivo. Mantenendo queste semplici regole, associate a un buon allenamento, vi garantisco che otterrete dei gran risultati. Ciò vi spingerà a cercare sempre il miglioramento e ad essere soddisfatti/e di voi stessi/e.

Un commento

  1. Pingback:Salute a tavola: in linea sì! Ma senza rinunciare al gusto -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.