La Turchia litiga sull’ora solare tutto l’anno
La Turchia litiga sull’ora solare tutto l’anno

La Turchia litiga sull’ora solare tutto l’anno

La Turchia litiga sull’ora solare tutto l’anno. Sono passati cinque anni da quando la Turchia è passata alla pratica dell’ora fissa tutto l’anno, abbandonando le modifiche semestrali dell’ora legale (DST). Con l’arrivo dell’inverno, è emerso di nuovo un coro di disapprovazione, con i critici che hanno invitato il governo a porre fine alla pratica permanente.

La Turchia litiga sull’ora solare?

Il Ministro dell’Energia e delle Risorse Naturali non è d’accordo. Afferma che la pratica aiuta il Paese a risparmiare milioni sui costi energetici e riduce i livelli di depressione e ansia associati a una breve esposizione alla luce del giorno. I commenti del ministro Fatih Dönmez erano in risposta a una richiesta di un legislatore dell’opposizione di eliminare la pratica. Argomentando che le persone sono “condannate all’oscurità” mentre si spostavano o andavano a scuola al mattino.

Dönmez e le sue dichiarazioni

Dichiarazioni scritte di Dönmez, citate dai media, affermano che la pratica ha preso atto di uno studio scientifico dell’Università tecnica di Istanbul che ha approfondito il suo impatto sui costi energetici e i suoi effetti psicologici e sociali. “Data la concentrazione della popolazione, l’industrializzazione, l’urbanizzazione e l’elevato consumo di energia nell’ovest del paese, è dimostrato che mantenere l’ora all’ora di Greenwich (GMT) +3 durante tutto l’anno aiuta la maggior parte della popolazione a beneficiare della luce diurna più a lungo e garantisce efficienza energetica“. Ha anche detto che gli studi hanno dimostrato che mantenere l’orario fisso ha causato meno livelli di ansia, stress e depressione derivanti dalla transizione.

La Turchia litiga sulla possibilità di risparmiare?

La Turchia ha risparmiato circa 6,82 miliardi di kilowatt all’ora (in elettricità) dall’inizio della pratica e questo è pari a 431,9 milioni di dollari (5,94 miliardi di TL) per i prezzi delle utenze variabili nel tempo. Non abbiamo intenzione di cambiare la pratica attuale“. La pratica dell’ora legale è ancora ampiamente applicata a livello globale, interessando circa 1,5 miliardi di persone. In Europa e negli Stati Uniti, il passaggio dall’ora legale all’ora legale inizia rispettivamente a ottobre e novembre, con l’orologio che torna indietro di un’ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.