Mario Draghi rappresenta Big Pharma?
Mario Draghi rappresenta Big Pharma?

Mario Draghi rappresenta Big Pharma?

Mario Draghi rappresenta Big Pharma? E’ quello che in molti ci siamo chiesti in questo periodo. Per me la risposta è abbastanza chiara, il grado di repressione organizzativa e mediatica espressa in questo ultimo periodio è da Politbjuro. Forma abbreviata di Političeskoe Bjuro Central’nogo Komiteta Vsesojuznoj Kommunističeskoj Partii e cioè: Ufficio politico del comitato centrale del partito comunista dell’URSS.

Mario Draghi rappresenta Big Pharma?

Parla con l’Europa, cioè nel luogo meno rappresentativo degli interessi dei cittadini. Va a parlare per conto degli italiani, ma anche contro gli italiani se la vediamo in un’altra forma. Forse andrà al Consiglio europeo per difendere gli interessi di Big Pharma e del potere finanziario multinazionale? Abbiamo sempre sostenuto dalle pagine di questo giornale, l’intenzione di Draghi di tutelare l’interesse dei potenti. Al parlamento europeo Marione ha respinto la proposta di bloccare le vaccinazioni ai bambini e di respingere ogni tentazione di obbligatorietà vaccinale erga omnes. Big Pharma, attraverso i vaccini anti Covid, dimostra il potere delle società quotate in Borsa. Parte dei profitti di Big Pharma servono a finanziarie attività di lobby nelle sedi europee, questa è storia.


“Immunizzeremo casa per casa” signori a voi il nazismo


L’inchiesta

L’inchiesta del Financial Times in collaborazione con Channel 4 ha dimostrato, la perfetta asimmetria negoziale, tra le Istituzioni e la multinazionale americana che vende un vaccino concepito in Germania. Ovviamente la Germania non è estranea alla situazione, e quindi ci infila dentro un po’ di capitale. L’Europa che in passato si è vantata di abbattere la spesa sanitaria, ora è schiava delle multinazionali del farmaco. Con Pfizer a tirare la volata a tutte le altre, si è sviluppato un potere negoziale inedito. Un potere che va dalla segretezza dei contratti alle contrattazioni sul prezzo dei vaccini stessi. Draghi è uno di quei lupi che stanno divorando la popolazione, con l’aiuto nazista dell’esercito che propone, attraverso Figliuolo “il porta a porta del vaccino”. Una cosa veramente interessante sarebbe fare una bella commissione d’inchiesta sull’emergenza Covid. Soprattutto per sapere: chi è pagato da Big Pharma, chi ha fatto la cresta sulle mascherine e su il resto? Governi e Ue stanno ingrassando i bilanci di quell’1 per cento che divora il restante 99, e lo fanno con la solita propaganda di una immunità che non esiste come ce la raccontano sette giorni su sette, soprattutto attraverso: Rai, La7, Mediaset, Quotidiani legati ai partiti.

Ma ci sono anche tante altre fonti di informazione deviate dal potere e dai loro editori spesso rappresentanti della politica.

Un commento

  1. Pingback:Il concetto di credibilità: AstraZeneca e la faccenda Omicron -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.