La Roma affonda l’Atalanta 4 a 1
La Roma affonda l’Atalanta 4 a 1

La Roma affonda l’Atalanta 4 a 1

La Roma affonda l’Atalanta con 4 goal, uno al primo minuto. Pronti via palla al centro. Si presenta con un 3-5-2 e se non avesse avuto giocatori di grande talento si sarebbe potuto gridare al catenaccio, ma così non è stato.

La Roma affonda l’Atalanta e basta?

I giallo rossi hanno fatto una partita accorta e intelligente, lasciando Zaniolo a scatenarsi in contro piede. José Mourinho fa soltanto due variazioni rispetto alla vittoria sullo Spezia: in difesa torna Mancini e Zaniolo affianca Abraham in attacco. Per il resto tutto confermato nel 3-5-2 varato a stagione in corso. Rui Patricio difende i pali con Mancini-Smalling-Ibanez davanti a lui, Karsdorp e Vina lungo gli out. A centrocampo Veretout e Mkhitaryan affiancano Cristante. Davanti i già citati Zaniolo e Smalling. Sempre assente per infortunio Lorenzo Pellegrini. Il centro campo tiene botta bene, del resto tutti sanno quanto è brava la Dea a far girar palla. Ma anche la Roma non scherza con Cristante, Veretout e Mkhitaryan. Oltre al Gol di Abraham, la compagine capitolina fa vedere grandi soluzioni in attacco, che portano alla rete di Nicolò Zaniolo. Contropiede perfetto della Roma con Zaniolo che serve di tacco Veretout nelle praterie lasciate dall’Atalanta, il francese restituisce palla al numero 22 romanista che segna il suo primo gol in campionato beffando Musso col sinistro rasoterra sul primo palo.

Quel che si è visto a Bergamo fa ben sperare i romanisti

Anche se con un risultato potente, la Roma non ha giocato con una squadretta, bensì ha vinto a Bergamo contro una squadra fortissiama, che tutti abbiamo imparato ad ammirare. Se questo risultato è frutto del cambio di marcia della squadra di Mou, lo vedremo nelle conferme che tutti noi speriamo e aspettiamo nei prossimi turni. Nella sua storia, il lupi ci hanno regalato interpretazioni sportive degne del suo pubblico, ma dobbiamo riuscire a comprendere se, il progetto, sempre in fase di sviluppo ha già iniziato a dare i suoi primi frutti, o come diceva er pomata in febbre da cavallo: “E’ ‘n foco de paja”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.