Il concetto di credibilità: AstraZeneca e la faccenda Omicron
Il concetto di credibilità: AstraZeneca e la faccenda Omicron

Il concetto di credibilità: AstraZeneca e la faccenda Omicron

Vi ricordate della Big Pharma AstraZeneca? La prima ad essere immessa sul mercato come grande promessa contro il Coronavirus? Ma la stessa, che dopo lotti di siero compromessi, ha perso ogni attimo propositivo in termine pandemico? Ecco adesso, la stessa, vuole scardinare il concetto di credibilità, asserendo di avere una pseudo-soluzione riguardante la variante Omicron.

Ma il concetto di credibilità di AstraZeneca, è mutato?

A mio avviso, dopo il ritiro del vaccino dal mercato, tant’è che per una terza dose, chi aveva fatto la prima e la seconda di AstraZeneca, ha dovuto subire quella di Moderna, il concetto di credibilità di tale Big Pharma, non dovrebbe nemmeno essere discutibile. A fronte poi, di un passato alquanto losco e bizzarro per tutte, io me ne guarderei bene da dare un ennesima possibilità. Ma sebbene non complottista, la faccenda, mi risuona come l’ennesimo colpo di scena che fa meravigliare taluni e sorridere altri. Come se tutto, facesse davvero parte di un disegno ben programmato.


Mario Draghi rappresenta Big Pharma?


La deviazione mondiale verso l’importanza dei vaccini

Adesso, non mi risulta difficile credere che, sebbene i precedenti, venga data un un’ulteriore possibilità al Colosso farmaceutico. Pare, e non ditemi che non è così, che la questione vaccini, abbia superato di gran lunga, qualsiasi altra questione che affligge comunque il mondo. Ma che ad oggi, non riscuote l’interesse delle trattative economiche che riscontra, invece, con la questione delle Big Pharma. Perché se davvero l’interesse primario fosse per il bene comune, l’affermazione di AstraZeneca, dopo la scomparsa del mercato, non avrebbe avuto senso di esistere. E nemmeno le sarebbe stato dato la possibilità di lavorare sulla variante Omicron.

La questione primaria: ci stavano lavorando già quindi..

E nel momento stesso in cui, il Colosso in questione, ha verificato la potenzialità del proprio vaccino contro Omicron, significa che, test di laboratorio, prove e controprove, sono state messe in pratica anzitempo. Che poi sorge un’altra questione: quanto tempo prima? Perché la variante Omicron, è stata scoperta di recente. Quindi.. o AstraZeneca pretende di essere reinserita nel contesto mediante menzogna, o non è mai stata esclusa davvero. Considerando tali due punti, ad ogni modo, la faccenda si riduce alla monetizzazione del tutto e, mai, al bene comune collettivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.