Cambiano le regole della quarantena: nuova stretta del Governo
Cambiano le regole della quarantena: nuova stretta del Governo

Cambiano le regole della quarantena: nuova stretta del Governo

Il Governo tira le redini e cambiano le regole della quarantena. La stretta riguarderà soprattutto chi si recherà ai luoghi di lavoro. Una lunga serie di riunioni ha occupato la giornata di oggi. Culmineranno nel Consiglio dei ministri convocato a Palazzo Chigi in serata.

Cambiano le regole?

L’urgenza è arginare l’ondata di contagi della variante Omicron, ma al tempo stesso non si può paralizzare le l’economia del Paese. Per questo il parlamento dovrà affrontare tutto come se si trattasse di un doppio intervento. L’intervento è a due passi, il primo: riduzione dei tempi di isolamento per non chiudere in casa troppa forza lavoro, equiparando attraverso le ordinanze regionali, i risultati dei tamponi antigenici, meno affidabili a quelli molecolari. Il secondo passo: il Consiglio dei ministri dovrà valutare l’estensione del Super Green pass sui luoghi di lavoro. Ma bisogna fare molta attenzione, c’è molto nervosismo in aria, e anche se i contagi sono alti, i limitati ricoveri fanno pensare ad una carica virale molto ridotta. Detto questo, dobbiamo anche tenere in considerazione, l’inizio delle liti tra esperti, che ormai occupano più gli studi televisivi che quelli medici. Io ripeto sempre la stessa domanda: ma con tutto questo dedicarsi allo show business quanto tempo dedicano alle cure e agli aggiornamenti?

C’è una cosa in particolare che i governatori chiedono?

I governatori chiedono con gran forza l’estensione del Super Green pass sui luoghi di lavoro. Non so se si rendono conto che si stanno esasperando gli animi. Il Comitato tecnico scientifico deve vagliare le opzioni per porre rimedio alla recrudescenza dei contagi Covid e al rischio di immobilizzare il Paese in una ragnatela di quarantene e attese per i tamponi. Si sta cercando una sintesi tra le istanze scientifiche e quelle politiche. Cioè come mangiare il più possibile senza mettere a ferro e fuoco l’economia italiana.

Un commento

  1. Pingback:La pandemia muta: purtroppo però molti parlano lo stesso -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.