Verità scomode: due anni di falsità e omissioni di menzogna pandemica
Verità scomode: due anni di falsità e omissioni di menzogna pandemica

Verità scomode: due anni di falsità e omissioni di menzogna pandemica

Ci sono troppe verità scomode sulle quali riflettere. E sebbene non vogliamo farlo, tocca comprendere che il male del mondo, ad oggi, si è riversato unicamente su di un virus. Esso può aver cancellato tutte le ulteriori problematiche legate alla salute umana?

Quali sono le verità scomode che la pandemia ha portato con sé?

Credetemi, non è possibile che tutte le morti registrate negli ultimi due anni siano attribuibili solamente al Covid. Eppure nell’immaginario collettivo, questa, pare essere l’unica spiegazione plausibile a ciò che sta succedendo. Non si muore più d’infarto, di tumore, e via dicendo. Solo di Covid. Adesso vorrei rivolgermi a tutti quei dottori che hanno firmato la morte pandemica e dirgli: ma questi pazienti, siete sicuri che non siano morti con il covid e non per lo stesso? Due preposizioni semplici che fanno un’enorme differenza.


25 dicembre ore 18.00: “tamponamenti” per un ricatto morale


Morire per il covid o con il covid?

Questo resta un principale punto di inflessione mentale. Esso si riduce alla circostanziale attinenza a credere che non esista niente al di fuori dello stato pandemico. E invece, tumori, infarti, malattie genetiche, sono scomparse dalla vista di coloro che vedono solo un business dietro un timbro che apportano per portare con sé l’unica cosa che conta: il Dio denaro. Ma parliamoci chiaramente, un soggetto con tumore, è esposto alla morta per un banale raffreddore, quindi si conclama il pensiero che si muoia con il Covid.

Gli indennizzi e gli scandali ospedalieri

Poi, abbiamo sentito denunce fatte alle strutture ospedaliere, da parte dei familiari di vittime marchiate Covid, ma malate da troppo tempo. Abbiamo sentito i pentiti del mestiere, asserire quanto per paziente marchiato pandemia, l’ospedale prendesse una cifra stabilita. Tutto questo, non è un business creato ad hoc sulla pelle delle povere vittime innocenti? Giornalisti che inneggiano al vaccino, scrivendo di sovente della morte dei no-vax. Poi, che questi avessero dei problemi di salute antecedenti al Covid, non interessa a nessuno. Perché vogliamo vedere ciò che ci è comodo per rimanere nella nostra zona di confort. Ecco il punto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.