La pandemia muta: purtroppo però molti parlano lo stesso
La pandemia muta: purtroppo però molti parlano lo stesso

La pandemia muta: purtroppo però molti parlano lo stesso

Perdonatemi il gioco di parole: la pandemia muta a prescindere. Ma c’è chi, a cospetto della stessa, continua a sparare un sacco di stronzate! Eh.. quando ci vuole, ci vuole. Ma non è più possibile leggere convinzioni che risiedono nel documento del nulla e prenderle come verità assolute, risonanti di se stesse.

La pandemia muta: adesso chi parla?

Il gioco è molto semplice, a parte il fatto che tra virologi che cantano canzoncine, che si mangiano e rimangiano parole come ruminanti del loro stesso lavoro, la situazione appare chiara. Da chi sono pagati per dire ciò che vogliono i poteri forti? E chiariamo che nessuno sta alludendo alla non-esistenza del virus. Che, ci mancherebbe, ma se non altro, le basi che in anni di scienza sono state sapientemente messe, le conosciamo anche noi. È un pò il principio di sapere che una Tachipirina ti abbasserà la febbre.. ci intendiamo? E adesso, la problematica maggiore di questo virus, sono le varianti, giusto?


Cambiano le regole della quarantena: nuova stretta del Governo


Per sopravvivere qualsiasi virus cambia la propria struttura

Allora stiamo parlando di un gioco fra uomo e natura. Di un pessimo arbitro che sta vendendo la partita e, di una serie di spettatori che non sanno fare altro che prendere notizie abbozzate e ricondursi al pensiero della massa. Non è forse così? Ma ci avete pensato che, qualsiasi virus, per sopravvivere all’ambiente circostante deve: trovare un ospite, e mutare costantemente. Ciò, in relazione alla difficoltà di attaccare il nostro corpo. E allora signori, per ogni variante, ci sarà un vaccino? Beh, se questa cosa non sarà o vorrà essere al più presto compresa, mi pare che sia l’unica soluzione che ci hanno dato.

La continua lotta fra uomo e natura

Un tempo, esisteva la selezione naturale di Darwin, essa imprescindibile da ciò che accadeva nel mondo circostante, ciò, perché la natura mostra un equilibrio che, in ogni ambito, momento o periodo storico, deve essere rispettato. Quindi gli schemi pratici della faccenda, li abbiamo sotto i nostri occhi. E la situazione pandemica, è stata gestita nel peggiore dei modi, soprattutto, a fronte di una sperimentazione malsana, abbozzata, frettolosa. Ma proprio per tutti questi motivi che, la stessa, è riconducibile al business di marketing alla vendita dei vaccini. Più varianti, più vaccini. E questo è quanto di più semplice si possa comprendere.

Un commento

  1. Pingback:I contagiati e ricoverati con la seconda dose sono considerati no vax

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.