Principesse sul pisello: ma il conto chi ve lo paga da quando vi è caduta la corona?
Principesse sul pisello: ma il conto chi ve lo paga da quando vi è caduta la corona?

Principesse sul pisello: ma il conto chi ve lo paga da quando vi è caduta la corona?

Chi siamo noi? Principesse sul pisello! Che cosa vogliamo? La parità dei diritti! E chi paga il conto? L’uomo. Giuro che questa cosa mi fa sempre molto sorridere. E soprattutto, più ascolto storie assurde, più mi crescono le palle (in senso metaforico, amore, non ti preoccupare😂..)

Ma chi sono le principesse sul pisello?

La scomodità e la comodità di essere donne, preclude di per sé due atteggiamenti estremi. E in quanto estremi, si riducono ad essere l’ossimoro degli stessi. Ma andiamo per ordine nel mio anacronismo mentale e, vediamo come sono arrivata a fare questo articolo. In uno dei miei lunghi viaggi, ascoltando la radio, sento una storiella singolare che, dapprima mi ha fatta ridere, poi riflettere. In parole povere: primo appuntamento, al ristorante arriva il momento del conto, l’uomo scorda a casa il portafoglio e, la donna deve pagare. Risoluzione? Lei non lo ha più voluto sentire. Ecco la parità di genere no?


Elemento pragmatico, la gente mormora: “tutti gli uomini sono porci e le donne troie”


La contraddizione morale

Ora, dimenticare il portafoglio a casa, può ben succedere. Soprattutto se a monte, la tizia in questione, avesse cercato di comprendere la giornata del suo cavaliere. Ah, a proposito: “tipo, dai retta a me, ti è andata di culo!!😂 Eh ragazzi, ma quello che c’è da dire, va detto. La parità di genere, implica anche questa tipologia di cose. Altrimenti, il tutto si riduce al paraculismo di pretendere senza volere la parte opposta. Eh si sa, onori e oneri vanno e devono andare di pari passo. Al ché, mi è sembrato davvero eccessivo il comportamento della donna, e la cosa mi ha fatto anche una certa rabbia, lo ammetto.

Non siamo animali in via d’estinzione: uomini, ribellatevi

Si, avete capito bene. Ribellatevi a quelle donne che hanno la pretesa di non mettere mai mano al portafoglio. Che vogliono essere trattate da principesse, ma che non sanno essere guerriere al momento giusto. Voi, non siete il WWF e noi, non siamo animali in via d’estinzione. Se la parità vogliamo, la dobbiamo cercare su tutti i fronti, non solo su quelli politicamente corretti che, a mio avviso, divengono scorretti nel momento stesso dell’accettazione. Anche noi lavoriamo, prendiamo uno stipendio e possiamo farvi sentire dei Re, se lo vogliamo. Il punto che molte, non lo vogliono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.