Cristalli infranti: in Afghanistan il dramma della vendita di bambine
Cristalli infranti: in Afghanistan il dramma della vendita di bambine

Cristalli infranti: in Afghanistan il dramma della vendita di bambine

Come il rumore di cristalli infranti, l’Afghanistan è il remore di se stesso. La povertà, quella di cui tanto parliamo, ma che non conosciamo davvero, lascia il vuoto a famiglie, disperazione e nessun futuro alle bambine. Vendute per sfamare il restante nucleo della famiglia.

I cristalli infranti del Governo talebano?

La situazione non era delle migliori già nel 2018/2019. Ma adesso, col Governo talebano, la povertà aumenta. Il diritto ai sogni delle bambine, pressoché nullo. Tanti i racconti che provengono dai rapporti stilati dell’Unicef: l’ente umanitario. Nella maggior parte dei casi, i padri d famiglia sacrificano le loro figlie più piccole, in cambio di bestiame, appezzamenti di terreno e qualche soldo per andare avanti. Con le lacrime agli occhi, ci sono creature che minacciano il suicidio, ma non vogliono lasciare la famiglia.


Afghanistan: le donne devono stare lontane dagli uomini


Le creature di Dio vendute al diavolo

E sebbene, l’Afghanistan sia stata abbandonata a se stessa, scelta premeditata dalla Grande Patria America, c’è ancora qualcuno che nutre speranze. Nei loro piccoli occhi innocenti, dove si frantumano i cristalli di sogni infranti, ancora c’è l’attesa di una vita migliore. Ma, nel frattempo, gli orchi le vanno a prendere. Le costringono ad essere schiave sessuali, schive di casa, a conoscere la violenza spietata e, a spegnere una volta per tutte le loro speranze e, i sogni del futuro che, avrebbero avuto.

Tra debiti e spose bambine: il mondo dei cristalli infranti

Qualora la famiglia avesse preso in prestito del denaro, il ricattatore, anche senza la volontà della famiglia, tornerebbe a prendere la figlia più piccola. Una tragedia, la disperazione e la fatiscenza dell’animo umano che sapeva, dove il Governo talebano volesse arrivare. Per ricevere lo sblocco dei fondi, esso, si mostra più clemente e aperto. Ma la realtà è ben diversa un effetto mediatico situazionale. Dove noi, in primis, non dovremmo dar adito di parola. E, farlo chiarendo questi punti cruciali. Avete abbandonato la loro umanità al degrado, alla violenza e alla morte. Perché non siete figli di Dio, ma seme del diavolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.