L’altra faccia della Chiesa: il volto illuminato da Bergoglio
L’altra faccia della Chiesa: il volto illuminato da Bergoglio

L’altra faccia della Chiesa: il volto illuminato da Bergoglio

Per anni, vittima di ingiurie e complicazioni morali. Per tempo, l’abbiamo vista sotto gli occhi dell’incoerenza e della corruzione. Ma, l’altra faccia della Chiesa, è ridipinta e rimodellata dallo stesso Papa Bergoglio. Egli, infatti, illumina la parte che, per noi, è sempre rimasta nel buio.

L’altra faccia della Chiesa: che cosa ha illuminato Bergoglio?

Da tempo, il concetto ecclesiastico, aveva mutato lo stesso senso di sé e, addirittura, si era arrivati al duro scontro di genere. Una Chiesa che, mano a mano, stava lasciando ogni presentimento ai fedeli rimasti, ma che perdeva di netto la sua sacralità, in relazione a tutto ciò che ne concerneva. Eh già, perché laddove esiste il prete pedofilo, l’immaginario collettivo incolpa anche Dio Padre. Non ricordandosi, di fatto, che il libero arbitrio appartiene all’umanità stessa, mantre, la carità e il perdono, al mondo divino-celestiale.


Suor Jeannine: a fianco degli omosessuali, riabilitata da Bergoglio


Il reinserimento della problematica di genere

Con genere, intendo tutte le problematiche legate alla LGBTQ, che ci sono state in passato per la Chiesa. Una facciata che mostrava il peggio di sé, ma che realmente, era quello che era. Tra preti pedofili, violenze su bambini dello stesso sesso, l’incoerenza regnava sovrana. E la Chiesa, in quanto istituzione di Dio, veniva letteralmente crocifissa tra l’ignobiltà propria solamente degli esseri umani. Ma che si distaccava completamente dal concetto di sacralità e rappresentazione.

Bergoglio illumina l’altra faccia della Chiesa

Poi, è arrivato Lui. L’uomo che ha illuminato quella parte, resa oscura da tutti i mali umani, non divini, nel tempo, negli anni, nei secoli. Noi non siamo degni di essere figli di Dio. Noi non siamo degni di parlare direttamente con lui. Lo abbiamo giudicato, deturpato e, ne abbiamo creato la disperazione. E adesso, che Bergoglio ci mostra quella luce d’accoglienza, di virtù e d’amore, siamo comunque pronti a puntare il dito su chiunque. Quando, dovremmo puntarlo solo sull’umanità sprezzante che abbiamo deciso di seguire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.