Cari no vax: la scelta fatta porta a delle rinunce, non alla falsificazione del certificato
Cari no vax: la scelta fatta porta a delle rinunce, non alla falsificazione del certificato

Cari no vax: la scelta fatta porta a delle rinunce, non alla falsificazione del certificato

Cari no-vax, io comprendo appieno il vostro rifiuto del vaccino. Quello che però, non comprendete voi, è che ogni scelta, comporta delle conseguenze. Falsificare il vaccino, non è credere alla vostra libertà di pensiero. Bensì abbassare la testa al sistema, non volendo voi, perdere i privilegi che il green pass comporta.

Cari no vax: perché falsificare il certificato verde?

Sempre più in voga la moda della falsificazione del green pass. A mio avviso, un gesto di estrema incoerenza, che ci fa comprendere quanto possiate chinare il capo di fronte alla privazione di determinate esigenze. E di fatto, lo comprendo. Le misure attuate dal Governo, infatti, non lasciano molta scelta a coloro che, hanno scelto la strada della libertà di pensiero. Che essa poi, non è, dal momento che la privazione di determinate cose, porta alla soluzione della non- legittimazione.


Reddito di cittadinanza: il fermo per chi non ha il green pass


L’incremento delle prime dosi

Nel frattempo c’è chi fa un passo indietro. Vedendosi costretto a non potere più fare nulla, nel loro senso chiaramente, si accinge e si appresta a prenotare la prima dose. Ora, a fronte delle scelte governative, le assistenze primarie: come fare la spesa, la farmacia, il tabaccaio ( almeno possiamo pagare le bollette) il medico e l’ospedale restano prive di certificato. Entra in vigore per gli uffici pubblici, ma con l’avvento tecnologico si potrebbe anche varcare in altra maniera. Quello però che fa fronte, è ciò a cui decidete di non rinunciare. Che nella maggior parte dei casi, si traduce come il futile e non, l’utile.

Una battaglia persa in partenza

Ma con queste premesse, resta chiaro che parliamo di una battaglia persa in partenza. Il diritto alla libertà personale viene meno, a fronte delle nostre pretese. Scaturendo non, in una lotta che fa fronte alla veridicità della stessa. Ma ad una questione di falsificazione della propria identità. Eh già, perché scegliere la strada più semplice, è sempre privativo di qualche cosa: in questo caso, è la dignità che viene meno. E non vengono meno però, le scelte dettate dal vostro stesso atteggiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.