D’Alema e il Colle: “Folle tentativo di Berlusconi”
D’Alema e il Colle: “Folle tentativo di Berlusconi”

D’Alema e il Colle: “Folle tentativo di Berlusconi”

D’Alema e il Colle: “Folle il tentativo di Berlusconi. In questo scenario confuso vedo un unico disegno chiaro, quello della destra di Giorgia Meloni: eleggere il premier con buona pace del folle tentativo di Berlusconi di assaltare il Quirinale”.

D’Alema e il Colle: non dimentichiamolo come nome a sorpresa

Lo afferma l’ex presidente del Consiglio, Massimo D’Alema, in un’intervista a Il Manifesto. “Mai come in questo momento serve un’intesa tra le forze politiche, altrimenti si rischia il caos. Il centrosinistra in passato, pur avendo la maggioranza dei grandi elettori, ma non ne ha mai abusato proponendo figure che non dividevano il paese, come Ciampi, Napolitano e Mattarella. Oggi nessuno ha la forza di governare il processo. Sarebbe importante che le forze politiche si vincolassero ad avanzare ipotesi di candidature femminili. Dopo 70 anni, e in una fase di crisi profonda del sistema democratico, sarebbe un segnale importante”. In questa dichiarazione c’è tutta la posizione di una sinistra che ha una radice: appunto quella d’alemiana. Con la morte politica di Renzi, il Pd ha la possibilità di imparare qualcosa da due giovanotti come D’Alema e Bersani. Io personalmente continuo a gridare: “Voglio una donna Presidentessa della Repubblica”. Questo è il mio grido.


D’Alema rientra nel Pd: “Guarito dal renzismo”


Una donna al Colle

In questo tempo di totale assenza politica, la possibilità per l’Italia di fare veramente un passo in avanti è proprio rappresentato dalla presenza di una donna al Colle. Il fallimento degli uomini con la loro: violenza, tradimenti, massoneria e cose simili deve finire. Non voglio dire che le donne non facciano alla guerra, ma credo che il tentativo di organizzare una dialettica seria possa essere concreto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.