La confusione di un governo confuso nella sua confusione
La confusione di un governo confuso nella sua confusione

La confusione di un governo confuso nella sua confusione

Asintomatici ricoverati per altri motivi fuori dal bollettino da febbraio“, questa è la confusione di un governo, come tanti altri governi, che ha perso la misura del suo stesso inganno. Ora dovrete cominciare a smontare le bugie perché non più sostenibili da altre bugie. Ricordate la coscienza? Alla fine arriva il redde rationem e non si può più fuggire dalla verità.

La confusione era prevista?

Ovviamente era prevista! Questo non è un governo ma l’espressione locale e moderna della torre di Babele. Come conciliare le radici ideologiche che alcuni politici man mano ritirano fuori? Come fermare le grida di una coscienza pseudo omicida che ti comincia a perseguitare? “I positivi asintomatici saranno fuori dal conteggio dei ricoveri per Coronavirus a partire dal bollettino del primo febbraio” . Questa è la dichiarazione del ministro Speranza annunciata dall’agenzia di stampa Agi, sarebbe contenuta in una circolare del ministero della Salute. Che però smentisce tutto. Sembra veramente un gioco stile KGB. La destra non deve sapere ciò che fa la sinistra e viceversa. Una sorta di: dico, ma la smentita ci dà tempo di agire diversamente.

La dichiarazione

Il paziente ricoverato per cause diverse che risulti positivo al test per Sars-Cov-2, ma asintomatico per Covid 19, qualora sia assegnato in isolamento al reparto di afferenza della patologia per la quale si rende necessario il ricovero, pur essendo tracciato come ‘caso’ non sarà conteggiato tra i ricoveri dell’Area Medica Covid, fermo restando il rispetto del principio di separazione dei percorsi e di sicurezza dei pazienti“. Questo governo è veramente nei guai, cosa ci farà ora speranza con il suo posticino da servo sciocco? La catena di menzogne si smonterà facilmente, mentre I veri dati relativi al Covid cominceranno a presentarsi per quello che sono. E quindi, secondo quanto avrebbe stabilito il ministero, dal primo febbraio il bollettino conterrà un nuovo campo. Quindi torneranno: i morti per infarto, ictus, tumore ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.