Migliaia a Gerusalemme contro il governo “pericoloso e malvagio”.
Migliaia a Gerusalemme contro il governo “pericoloso e malvagio”.

Migliaia a Gerusalemme contro il governo “pericoloso e malvagio”.

Migliaia di israeliani hanno manifestato a Gerusalemme, compresa la sottoscritta, contro un governo, che riteniamo: “pericoloso e malvagio”. “Un governo che premia il terrorismo. È un governo pericoloso per lo Stato di Israele”. Questa è la dichiarazione del presidente del partito del sionista Bezalel Smotrich.

Migliaia a Gerusalemme pericoloso e malvagio?

In una manifestazione di protesta fuori dall’ufficio del Primo Ministro a Gerusalemme, ieri sera, migliaia di persone hanno protestato contro la demolizione della yeshiva a Homesh. “Siamo venuti qui stasera per ricordare a tutti e in particolare a noi stessi: che questo Paese non sarà gestito in collaborazione con i nostri peggiori nemici. Gli unici che guideranno Israele è la nazione di Israele stessa“. Questa è la dichiarazione del capo del consiglio regionale di Gush Etzion, Shlomo Ne’eman. “Coloro che collaborano con persone che feriscono fisicamente gli ebrei, per quanto riguarda il nostro Negev, la Giudea e la Samaria, la yeshiva di Homesh e l’intero paese, non meritano di guidare la nostra nazione. Non riposeremo né rimarremo in silenzio nella lotta per la nostra terra, il nostro popolo e la nostra Torah”.

Decisione e forza di un popolo che guarda oltre

Riferendosi alla decisione del governo di impedire al JNF-KKL di piantare alberi nel Negev, il presidente del partito del sionismo religioso Bezalel Smotrich ha detto alla folla: “Negev e Homesh sono un test per il popolo di Israele”. Un governo che premia il terrorismo è un governo pericoloso per Israele. Un governo interamente sostenuto dal terrorismo”. Noi accusato Israele di terrorismo contro il suo stesso popolo. “Lo abbiamo avvertito alla formazione di questo governo e oggi vediamo i risultati. Rovesceremo questo governo malvagio”, ha dichiarato Smotrich. .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.