Il Tar blocca la tachipirina come cura anti covid: non sa cosa dice?
Il Tar blocca la tachipirina come cura anti covid: non sa cosa dice?

Il Tar blocca la tachipirina come cura anti covid: non sa cosa dice?

Il Tar: tribunale amministrativo regionale del Lazio ha dato ragione ai facenti ricorso cioè, il comitato cura domiciliare. Il tribunale ha annullato la parte della circolare del ministero della Salute sulle cure domiciliari contro il Coronavirus.

Ma cosa dice il Tar?

“Il contenuto della nota ministeriale con quale, in merito alla gestione domiciliare dei pazienti con infezione da Sars-Cov-2, si prevedeva una vigilante attesa e la somministrazione di Fans e Paracetamolo, si pone in contrasto con l’attività professionale così come demandata al medico nei termini indicati dalla scienza e dalla deontologia professionale“. Qualcuno dica a questi idioti che non esiste un protocollo per le cure domiciliari, e soprattutto che in tale stato di emergenza, il numero dei professionisti sarebbe insufficiente per coprire la richiesta. Branco di idioti dilettanti! Quindi come fare per superare l’ostacolo? Facile, ve ne fottete di ciò che dice “l’incompetenza del Tar e del comitato di folli”. Se fosse vero il numero delle domicilizzazioni per Covid, allora è vero che non abbiamo un numero sufficiente di operatori sanitari per garantire la copertura. Vedete, più si mescola questa faccenda più puzza. Le misure spesso prese in contraddizione, fanno pensare che buona parte del tutto è fake.

La risposta

l’assessore regionale alla sanità del Lazio Alessio D’Amato dichiara: “Con l’ampia diffusione del vaccino il pronunciamento del Tar ha un effetto nullo. Con la maggior parte della gente immunizzata il contagio provoca conseguenze assai meno gravi rispetto al passato. La maggior parte dei malati sono addirittura asintomatici e quindi non richiedono pesanti cure farmaceutiche. E inoltre, con la diffusione delle cure monoclonali e antivirali il discorso della vigilante attesa era comunque già venuto meno”. Ma il Tar perché non passa alla contestazione delle multe per divieto di sosta? Potrebbe andare in giro a spostare la segnaletica stradale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.