L’UE stravolge il diritto internazionale?
L’UE stravolge il diritto internazionale?

L’UE stravolge il diritto internazionale?

L’UE stravolge il diritto internazionale per combattere lo sfratto degli abusivi arabi a Gerusalemme. Anche il consolato britannico a Gerusalemme ha twittato la sua preoccupazione, e si è schierato dalla parte degli abusivi arabi.

L’UE stravolge il diritto?

Lunedì mattina le autorità israeliane hanno tentato di sfrattare la famiglia Salhiya, squatter arabi che vivono illegalmente dagli anni ’50 in una casa nel quartiere Shimon HaTzadik di Sheikh Jarrah a Gerusalemme. La situazione per ora si è conclusa senza uno sfratto Ma le autorità hanno distrutto un vivaio nei locali e due strutture di stoccaggio illegali. La famiglia Salhiya si è rifuggiata in piedi sul tetto della loro casa con bombole di gas.

L’UE stravolge: deve intervenire

Mohammed Salhiya ha minacciato di darsi fuoco se l’ordine di sfratto venisse eseguito. “Non saremo sfrattati dalla casa”, ha minacciato. “O moriremo o vivremo. Mi brucerò!”nLa famiglia di Salhiya come tante altre famiglie arabe è stata sfrattata dal 2017. Quando il terreno dove si trova la sua casa è stato assegnato dalla città per la costruzione di una scuola. Il comune di Gerusalemme e la polizia hanno affermato in una dichiarazione congiunta che la famiglia Salhiya ha ignorato “innumerevoli opportunità” di lasciare la terra come ordinato.

Una vergogna continua

Una delegazione di funzionari europei, guidata dal rappresentante dell’Unione europea Sven Kühn von Burgsdorff, si è presentata con l’apparente tentativo di impedire lo sgombero. L’account Twitter ufficiale della delegazione dell’Unione europea presso i palestinesi affermava: “È imperativo ridurre l’escalation della situazione e cercare una soluzione pacifica. Gli sfratti/demolizioni sono illegali secondo il diritto internazionale e minano in modo significativo le prospettive di pace e alimentano le tensioni sul terreno”. Secondo Avi Bell, professore all’Università di San Diego School of Law e alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Bar-Ilan, “l’accusa dell’Unione Europea, secondo cui Israele sta commettendo crimini di guerra , mostra che i funzionari europei nutrono uguale disprezzo per il buon senso, il diritto internazionale e lo stato ebraico”.

La corte stabilisce

“La corte ha stabilito che si trattava di un’invasione illegale da parte di abusivi arabi. L’area è destinata alla creazione di aule e asili nido per l’educazione speciale a beneficio dei bambini arabi del quartiere. È impossibile tenere un bastone da entrambe le parti, sia per chiedere che il comune agisca per il benessere dei residenti arabi, sia per opporsi alla costruzione di istituzioni educative per il loro benessere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.