Ombre sul Vaticano: il rapporto di casi di pedofilia dal 1945 al 2019
Ombre sul Vaticano: il rapporto di casi di pedofilia dal 1945 al 2019

Ombre sul Vaticano: il rapporto di casi di pedofilia dal 1945 al 2019

Cadono nuove ombre sul vaticano, tali da essere un incombenza per Ratzinger. Infatti, queste notizie, arrivano direttamente dalla Germania e, riguardano casi di pedofilia dal 1945 al 2019. Una notizia che verte una scissione conclamata ecclesiastica che, Papa Bergoglio, vuole sviscerare dallo stesso concetto di fede e di istituzione della “sua Chiesa”.

Quali ombre sul Vaticano celano il periodo di Ratzinger?

Tali atti impuri, infedeli e di scissione, sarebbero stati commessi dalla diocesi di Monaco di Baviera tra il 1945 e il 2019. Ben quattrocento pagine, riguarderebbero il periodo in cui, Ratzinger era arcivescovo della città. Appunto dal 1977 al 1982. Da quanto emerso dalla squadra di avvocati, le risposte a fronte di tale fatto sconvolgete, dovrebbero togliere ogni responsabilità da Benedetto XVI. Ma da quanto ne deriva, resta un condizionale poiché, il Papa emerito avrebbe almeno visto l’intenzionalità di tali responsabilità. Le indagini sono state svolte dall’attuale arcivescovo di Monaco: Reinhard Marx, membro del consiglio cardinalizio che assiste Papa Francesco.


La Chiesa francese stuprata dai suoi preti pedofili


La scissione ecclesiastica sulla questione interna

Il Cardinale Gerhard Müller, vede in questi atti, “l’ennesima ondata di fango che coinvolge la Chiesa per fatti che risalgono a quarant’anni fa”. Ma a fronte dell’istituzione Chiara e trasparente della Nuova Chiesa, come amo chiamarla, di Papa Bergoglio, tali parole risultano pretenziose. Infatti, non è di certo possibile non attuare una valutazione del caso, solo perché trattasi di un periodo antecedente a quello che stiamo vivendo. Soprattutto perché, tali fatti, non tendono a scemare, bensì si fortificano nell’uso comune di una Chiesa che non fa più fronte né al suo nome, né, a quello della fede. Essa intesa come il forte credere nella stessa istituzione.

La responsabilità del Papa Emerito

Pare che, ad ogni modo, sia implicato la stessa ambiguità, con la quale, Ratzinger, abbia agito nel caso specifico. Da quanto ci emerge, sebbene non ne possiamo di sicuro avere la certezza del caso, questo fu uno dei discorsi tenuti con Papa Bergoglio. La questione, che andrà affrontata nel migliore dei modi e, soprattutto con l’analisi necessaria, risulta comunque un fatto che non è né sconosciuto né affossato. Una lotta continua, attuata dal Santo Padre, con la sua stessa avvenuta al Pontificato. Scuote la comunità, e vedremo come essa sarà accolta, sia dai fedeli che, dallo stesso Pontefice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.