Fanatismo: l’espressione intollerante del totalitarismo mirato
Fanatismo: l’espressione intollerante del totalitarismo mirato

Fanatismo: l’espressione intollerante del totalitarismo mirato

Il fanatismo, dalla parola latina fanaticum, ovvero “ispirato da una divinità” ha quasi sempre, una accezione estremamente negativa. Il soggetto fanatico, ha una forma di passione irrazionale a qualcosa, riconducibile a un pensiero politico o, a un’idea religiosa, che è disposto a difendere fino alla propria morte.

Quali sono i campi in cui esiste il fanatismo?

Come abbiamo detto, i campi sono vari. Ma possono comprendere sia gli ideali calcistici, ad esempio, che quelli religiosi o politici. Esistono ad esempio, gli Ultras, che nella stragrande maggioranza dei casi, sono mossi a compiere quasi una missione contro chi ha ideali opposti. Si scontrano quindi, con fanatici che difendono anch’essi i propri ideali. Ne deriva una situazione sanguinolenta, al limite dell’umanità e alla comprensione istintiva della bestialità.


Flebili fiamme: l’incendio delle anime è solo collettivo


Il dogmatismo religioso

Un altro fattore da considerare è sicuramente, quello religioso. C’è chi uccide nel nome del proprio Dio, credendo di fatto che così, la forma di ideali dalla stessa persona imposta, possano essere l’esempio vitale della totale dedizione al proprio ideale religioso. Si tratta di soggetti che includono la propria verità, come l’unica vera ed esclusiva. Riducendo tutte le altre ad essere estremamente intollerabili. Ecco che ne scaturisce la mera natura umana dell’istinto bestiale, che spinge ad uccidere coloro che si oppongono al pensiero imposto. In psicologia, il fenomeno è da analizzare sotto altro aspetto.

L’aspettò psicologico del fenomeno

Per ciò che concerne la psicologia, il fanatismo è definito come il tentativo di sfuggire alla solitudine, stabilendo così legami stabili e immediati. Di fatto, il fanatismo spinge a pensare, credere, riflettere e parlare solo di quel dato fattore. Che esso sia calcistico, religioso o politico, è di poca importanza. Esso stabilisce legami affettivi stabili, che in altro modo, avrebbero bisogno di crescita personale, cura e dedizione. È un atteggiamento estremamente negativo, che porta al disfacimento della persona in quanto: mente, corpo e spirito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.