Lista ufficiale: quali attività restano fuori dal “bollino verde”?
Lista ufficiale: quali attività restano fuori dal “bollino verde”?

Lista ufficiale: quali attività restano fuori dal “bollino verde”?

Il Presidente del consiglio Mario Draghi, ha firmato l’ufficialità del decreto che sancisce la lista ufficiale delle attività escluse da green pass. Sebbene queste, siano ridotte, ma con qualche incremento rispetto a quanto si era detto.

Qual è la lista ufficiale delle attività prive di pass verde?

Mario Draghi ha quindi firmato il famigerato documento, trasformatosi in Decreto Legge, che sancisce ciò che si potrà o meno fare, senza il “bollino verde”. Mi viene da ridere ad utilizzare tale terminologia, ma a quanto pare, abbiamo una revisione ogni sei mesi. Come se, di fatto, fossimo divenute delle macchine e non, degli esseri umani. Ad ogni modo, vediamo quali attività, coloro senza vaccino, potranno ancora perseguire.


Nuovo dpcm: no al pass per gli alimentari ma solo per beni primari, che senso ha?


  • Ipermercati, supermercati, discount alimentari ed esercizi non specializzati di alimenti vari
  • Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
  • Negozi specializzati per animali o alimenti per gli stessi
  • Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
  • Negozi di articoli igienico-sanitari
  • Farmacie, parafarmacie, ed esercizi specializzati di medicinali
  • Negozi con vendita al dettaglio di articoli medici, ortopedici e negozi di ottica
  • Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento

La questione controllo spesa

Da quello che era emerso, nei negozi alimentari, quali i supermercati, si sarebbe potuto acquistare solo beni di prima necessità. Ma, fortunatamente, alla firma del Decreto, tale clausola, è stata modificata. Quindi, si potrà acquistare anche altro, laddove il supermercato, lo metta a disposizione. Ma la novità, che mi lascia davvero basita è che… rullo di tamburi, per entrare dal tabaccaio, servirà il green pass. Data l’ingente somma che rientra nelle casse dello stato con la vendita delle sigarette, tale cosa mi lasciava perplessa. Poi ho riflettuto che, ad ogni modo, tramite le macchine adibite all’uso, non ci rimetteranno di certo. Ancora, comunque, non comprendo per quale illogico motivo, il vaccino non sia obbligatorio, ma posto comunque come tale.

2 commenti

  1. Pingback:Tabaccai in sciopero: la protesta contro l’obbligo del green pass -

  2. Pingback:Multe over 50 non vaccinati: l’ennesimo “colpo di business” -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.