Sottosopra: il mondo è solo quello che vediamo?
Sottosopra: il mondo è solo quello che vediamo?

Sottosopra: il mondo è solo quello che vediamo?

Immaginatevi un Sottosopra, ma in questo caso, il mondo è diviso fra visibile e invisibile. Noi crediamo di percepire e vedere tutto quello che realmente c’è, ma se non fosse proprio così? Se le percezioni andassero oltre il ben visibile?

Esiste un mondo che possiamo definire sottosopra?

Si tratta di una questione affascinante, fatta di percezioni magnetiche, energetiche e sensoriali. Argomento ben discusso e, senz’altro deviato dalla scienza, nasconde in sé mistero e fascino. Vi è mai capitato, nel silenzio della vostra stanza, di sentire o percepire qualcuno, sebbene certi che nella vostra stanza non sia presente nessuno oltre voi? Rumori, radio o televisioni che si accendono da sole? Sono onde elettromagnetiche che, segnano il passaggio di qualcosa che, realmente, è riconducibile alla fisica, ma da essa non riconosciuta.


Flebili fiamme: l’incendio delle anime è solo collettivo


La scienza e le risposte che non può darci

Se vogliamo essere ben chiari, con riverenza a ciò che è la divisione scienza-spiritualità, non possiamo avere la certezza di ciò che è, in contrasto a ciò che viene estremamente negato. Ci sono cose, che sono proprie del nostro spirito e della nostra anima. Persone che riescono ad andare oltre al mondo visibile, scorgendo un sottosopra che, mostra le stesse sembianze del nostro, ma visto dalla parte delle anime che vagano in tal luogo. Questo, può essere categoricamente escluso? Eppure, abbiamo imparato a comprendere che cosa sia un campo magnetico e, talvolta non comprendiamo come esso si possa essere manifestato.

Imparare a essere un antenna

E se quanto detto, vi stimola una certa curiosità e, siete persone sensibili ed empatiche, provate ad ascoltare nel profondo. Purificatevi e ascoltate la profondità di un mondo invisibile che, sebbene non tangibile, ha bisogno di essere ascoltato. Ci sono anime che hanno bisogno di raccontare la propria storia, che nella vita vissuta, non sono state comprese. O che si trovano in un limbo e, vogliono liberarsi di qualche peso, come purificazione di se stessi. dovremmo smettere di avere paura di ciò che così è, solo perché con gli occhi non possiamo vederlo, ma percepirlo con lo spirito e con l’anima.

Un commento

  1. Pingback:La morte tecnologica: TikTok miete un’altra vittima - Il Grillo Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.