dell’Associazione Nazionale Magistrati all’attacco di Matteo Renzi
dell’Associazione Nazionale Magistrati all’attacco di Matteo Renzi

dell’Associazione Nazionale Magistrati all’attacco di Matteo Renzi

Finalmente è arrivato l’attacco al giullare, un documento della giunta dell’Associazione Nazionale Magistrati va all’attacco di Matteo Renzi dopo le inchieste sulla Fondazione Open. Abbattiamo il giullare, il traditore, il ladro.

Associazione Nazionale Magistrati: lo togliete di torno per favore?

“Le parole del senatore della Repubblica Matteo Renzi, pronunciate non appena ha appreso della richiesta di rinvio a giudizio per la vicenda Open, travalicano i confini della legittima critica. Mirano a delegittimare agli occhi della pubblica opinione i magistrati che si occupano del procedimento a suo carico. I pubblici ministeri che hanno chiesto il processo nei suoi confronti sono stati tacciati. Secondo Renzi per non aver la necessaria credibilità personale in ragione di vicende personali. Vicende peraltro oggetto di accertamenti non definitivi o ancora tutte da verificare, che nulla hanno a che fare con il merito dei fatti che gli sono contestati”.

Aggiunge l’Anm nel documento

“Hanno adempiuto il loro dovere. Hanno formulato una ipotesi di accusa. Ipotesi che dovrà essere vagliata, nel rispetto delle garanzie della difesa, entro il processo. Non è tollerabile che siano screditati sul piano personale soltanto per aver esercitato il loro ruolo. Questi inaccettabili comportamenti, specie quando tenuti da chi riveste importanti incarichi istituzionali, offendono i singoli magistrati e la funzione giudiziaria nel suo complesso. Concorrendo ad appannarne ingiustamente l’immagine di assoluta imparzialità, indispensabile alla vita democratica del Paese”

Associazione Nazionale Magistrati: Renzi finalmente un bel bagno di merda per lei

La risposta di Renzi non si è fatta attendere: “La mia vita è stata scardinata con un dolore personale e familiare che non auguro al peggiore nemico e l’Anm è stata sempre in silenzio. L’appannamento della funzione del magistrato non dipende da quello che dice Renzi ma da quello che fa un magistrato. Se fa un atto sessuale il Csm ti dà due mesi in meno di anzianità, se lo fa un cittadino si prende anni di galera”. Lei è un buffone, traditore della patria e un ladro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.