Liberation conferma: Luc Montagnier è morto
Liberation conferma: Luc Montagnier è morto

Liberation conferma: Luc Montagnier è morto

(Fonte Ansa)-Liberation conferma: è morto a Neuilly-sur-Seine, alle porte di Parigi, il professor Luc Montagnier, premio Nobel per i suoi studi sull’Aids.

Liberation conferma la sua morte

Montagnier aveva 89 anni. Le fonti citate da Liberation sono il certificato di decesso del professore, morto martedì scorso all’Ospedale americano di Neuilly. l sito di France Soir, ieri ha dato per primo l’annuncio della sua scomparsa. Nessun altro media aveva confermato. Oggi anche il professor Didier Raoult, difensore della clorochina come cura per i pazienti Covid-19 ha confermato il decesso. 

Un grande uomo di scienza

Dopo il sito francese France Soir anche il professore francese, Didier Raoult, oggi ha annunciato la morte del virologo che negli ultimi tempi aveva abbracciato posizioni no-vax. “Luc Montagnier è morto. Perdiamo un uomo la cui originalità, l’indipendenza e le scoperte sull’Rna hanno permesso la creazione del laboratorio che ha isolato e identificato il virus dell’Aids”: scrive sul suo profilo Twitter il controverso professore dell’ospedale di Marsiglia, Didier Raoult, che nei primi tempi della pandemia divenne popolarissimo per le sue ricette alternative nella cura del coronavirus a base di idrossiclorochina.

Liberation conferma la scomparsa del grande scienziato

Queste scoperte, prosegue Raoult, sono valse a Montagnier “la gloria, il Premio Nobel nonché l’inaudita ostilità dei suoi colleghi. L’attenzione portata alle sue ultime ipotesi fu sproporzionata”, continua Raoult. Sui social si moltiplicano i messaggi di cordoglio, ma finora nessuna fonte ufficiale né altri media francesi e internazionali hanno confermato la morte del noto virologo, che secondo France Soir – sito di informazione considerato controverso in Francia – sarebbe morto martedì 8 febbraio “all’ospedale americano di Neuilly-sur-Seine”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.