I sei nuovi dischi più attesi del 2022
I sei nuovi dischi più attesi del 2022

I sei nuovi dischi più attesi del 2022

I sei nuovi dischi più attesi del 2022, che si spera sia anche quello della ripartenza della musica dal vivo. Alcuni sono già usciti e si portano con loro un gran carico di classe. In alcune circostanze spiazzante.

I sei nuovi dischi

Cominciamo con il dire che un paio sono già usciti: Jethro Tull e Elvis Costello, ovviamente grandi lavori. Ora non c’è che attendere gli altri, che si annunciano ottimi lavori.

Tears For Fears. The Tipping Point

Shout, shout, let it all out. Sono passati quasi quarant’anni, e il grido si sente ancora. I Tears For Fears hanno ancora un grande seguito, e la notizia dell’arrivo del nuovo album ha fatto urlare di gioia i fan. The Tipping Point uscirà il 25 febbraio 2022, ed è stato anticipato dal singolo dallo stesso titolo. La musica dei Tears For Fears, Roland Orzabal e Curt Smith, non è rimasta ferma agli anni Ottanta, ma si è evoluta in un pop rock raffinatissimo e ricercato, dove l’impasto tra le voci dei due crea un’atmosfera riconoscibile ma ogni volta nuova. Per questo nuovo lavoro, il primo dal disco del 2004, la band, su richiesta del management, aveva iniziato a lavorare con un gruppo di autori dei successi del momento. Ma la cosa stava portando grandi tensioni. Così Roland e Curt hanno iniziato a lavorare con un nuovo management, e su cinque canzoni scritte da loro. In fondo i due artisti “qualche” canzone hanno dimostrato di saperla scrivere.

Placebo: Never Let Me Go

Il disco che era pronto due anni fa, ma poi la pandemia ha bloccato tutto. Finalmente il 2022 sarà l’anno del nuovo album dei Placebo, e del loro ritorno sui palcoscenici di tutta Europa. L’album si chiama Never Let Me Go, e arriva a nove anni dal loro precedente lavoro in studio, Loud Like Love, del 2013. Dopo Beautiful James, la band di Brian Molko e Stefan Olsdal ci ha regalato un altro assaggio, Surrounded By Spies, ipnotica e oscura. Never Let Me Go è un titolo che ci ricorda il famoso libro di Kazuo Ishiguro, una storia che parla di cloni che non sono consapevoli di esserlo. La copertina ha un messaggio ecologico, mostra una spiaggia ricoperta di plastica sullo sfondo, sul mare, si stagliano delle rocce. Never Let Me Go uscirà il 22 marzo 2022, e i Placebo saranno in concerto in Italia, a Mantova, il 29 giugno.

Tra i sei nuovi dischi-Liam Gallagher C’Mon You Know 

Si chiama C’Mon You Know, come una delle espressioni che usa di più in rete, il nuovo album di Liam Gallagher, ex frontman degli Oasis. L’uscita è prevista per il 27 maggio 2022, mentre il 4 giugno la star inglese suonerà al Festival di Knebworth. La copertina dell’album ha quell’aria rétro che è perfetta per la musica di Gallagher, che da sempre ha guardato al passato, dai Beatles ai Sex Pistols. Se con la sua carriera solista il fratello Noel Gallagher ha voluto ribadire il suo ruolo di cantautore, Liam, il fratello più piccolo, si è ritagliato quello del rocker diretto e senza fronzoli. E, dopo due dischi con una band, i Beady Eye, che non avevano avuto un grande successo, con il suo nome e la sua faccia ha fatto centro. Dal 27 maggio riavremo tra noi la nostra rock’n’roll star. E la vedremo anche da vicino, in concerto, a Lucca il 6 luglio 2022, insieme ai Kasabian. Ma attenzione: Il 2022 ci porterà anche il nuovo album del fratello di Liam, Noel Gallagher. La sfida continua.

Bryan Adams. So Happy It Hurts 

Si chiama So Happy It Hurts il nuovo album di Bryan Adams, il rocker canadese che oggi ha anche una carriera di fotografo ad alto livello: la foto di copertina – che lo vede ritratto di schiena, in piedi su una macchina, mentre ghermisce una chitarra – l’ha scattata lui. L’album, in uscita l’11 marzo 2022, è stato anticipato dalla canzone che dà il titolo al disco, un brano up tempo ottimista e allegro. Tutto l’albumi si preannuncia come una sferzata di rock, che verrà portata sui palchi di tutto il mondo, anche in Italia: l’11 febbraio al Palazzo dello Sport di Roma, il 12 febbraio al Mandela Forum di Firenze e il 14 febbraio alla Zoppas Arena di Conegliano (TV). Siete pronti per sentire la sua proverbiale voce roca?

Da non dimenticare tra i sei nuovi dischi: Stereophonics. Oochya! 

Se c’è una voce graffiante, oltre a quella di Adams, è quella di Kelly Jones, frontman dei prolifici gallesi Stereophonics. Il nuovo album sarà fuori il 4 marzo 2022 e avrà il curioso titolo di Oochya!, che campeggia su un artwork ispirato ai quadri di Roy Lichtenstein, ed è un’espressione che la band usava in studio per dire: “facciamolo!”. Il primo singolo estratto, Do Ya Feel My Love, sembra avere la carica dei primissimi lavori della band, e ci ricorda la prima volta che li abbiamo sentiti, con Local Boy In The Photograph. L’album è stato registrato in soli sette giorni dopo che Kelly Jones, che voleva pubblicare un greatest hits, e cercava negli archivi i brani per la compilation, si è imbattuto in molte canzoni che non avevano mai registrato. Così la band si è messa a lavoro per realizzare un album immediato ed eclettico: chi lo ha ascoltato dice che sembra un greatest hits, ma di canzoni che non abbiamo mai sentito.

Kasabian: TBA

Anche per i Kasabian non c’è ancora una data e un titolo, ma anche per loro c’è un tour programmato, che li porterà in Italia, a Lucca, il 6 luglio 2022, in accoppiata con Liam Gallagher. Il nuovo disco uscirà prima del tour, e sarà il primo dei Kasabian senza il loro cantante Tom Meighan, allontanato dopo una brutta storia di percosse alla sua compagna. Intanto i Kasabian sono tornati con un nuovo brano, ALYGATYR, che farà da apripista al nuovo album: acida, elettrica ed elettronica, è il miglior biglietto da visita che la band potesse fare per tornare in scena.

Jethro Tull in grande forma: “The Zealot Gene”

Sir Mark Knopfler si prepara per un nuovo album

The Boy Named If è il nuovo album di Elvis Costello & The Imposters. Ascolta il singolo Magnificent Hurt

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.