Cisti ovariche chi è piu a rischio?
Cisti ovariche chi è piu a rischio?

Cisti ovariche chi è piu a rischio?

Cisti ovariche più a rischio i soggetti con diabete di tipo 2. Un gruppo di scienziati della McMaster University e il McMaster Children’s Hospital di Hamilton, in Canada, ha dimostrato un collegamento tra diabete di tipo 2 e la possibilità di sviluppare cisti ovariche. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica JAMA Network Open.

Cisti ovariche quali pericoli?

Una nuova ricerca ha evidenziato che le ragazze con diabete di tipo 2 possono avere un rischio maggiore di sviluppare le cisti ovariche. Più dettagliatamente sindrome dell’ovaio policistico (PCOS). Le cisti ovariche si manifestano quando le ovaie o le ghiandole surrenali di una producono più ormoni maschili del normale. I suoi numerosi sintomi includono cisti dolorose sulle ovaie, mestruazioni irregolari, crescita eccessiva dei peli superflui. Ma anche acne, aumento di peso e infertilità. Il modo esatto in cui il diabete di tipo 2 e le cisti ovariche sono collegati non è ancora del tutto chiaro. “C’è ancora molto lavoro da fare per esplorare i fattori genetici, epigenici ed ambientali che possono spiegare questa associazione”, ha affermato l’autore dello studio, il dottor M. Constantine Samaan. È professore associato di pediatria presso la McMaster University e il McMaster Children’s Hospital di Hamilton, Ontario, Canada. La resistenza all’insulina gioca probabilmente un ruolo centrale in entrambe le condizioni, ha osservato Samaan. Quando il corpo non risponde bene all’insulina, la glicemia può accumularsi nel flusso sanguigno, portando infine al diabete di tipo 2. Molte donne con sindrome dell’ovaio policistico sono anche insulino-resistenti.

La revisione

Samaan e i suoi colleghi hanno condotto una revisione per comprendere meglio il rischio di riscontrare cisti ovariche nelle ragazze con diabete di tipo 2. Poco meno del 20% delle 470 ragazze con diabete di tipo 2 di sei studi condotti in diversi paesi avevano la PCOS. Tale tasso è almeno il doppio rispetto alla popolazione adolescenziale generale. In precedenza, sapevamo che alcune ragazze con diabete di tipo 2 possono sviluppare la sindrome dell’ovaio policistico e il nostro documento definisce la specifica prevalenza globale delle cisti ovariche nel diabete di tipo 2 nelle ragazze“, ha affermato Samaan. La consapevolezza del rischio PCOS è la chiave, ha affermato. “Le ragazze con diabete di tipo 2 devono essere informate sul rischio di PCOS e i pazienti devono condividere informazioni con i loro fornitori su periodi irregolari, acne o crescita eccessiva dei capelli, per consentire l’attuazione di indagini e trattamenti appropriati“, ha affermato Samaan.

Cisti ovariche

La dott.ssa Laurie Cohen, capo della divisione di endocrinologia pediatrica e diabete presso l’ospedale pediatrico di Montefiore a New York City, ha specificato che è una strada a doppio senso quando si tratta di diabete di tipo 2 e cisti ovariche. “Gli individui con PCOS sono a maggior rischio di sindrome metabolica e diabete di tipo 2, quindi dovrebbero essere sottoposti a screening per queste condizioni e gli individui con obesità o diabete mellito di tipo 2 dovrebbero essere sottoposti a screening per sindrome dell’ovaio policistico“.

LLuna Lanciani da Icrewplay.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.