Gran Bretagna: “Ritiro delle truppe russe prima dei colloqui con l’Ucraina”
Gran Bretagna: “Ritiro delle truppe russe prima dei colloqui con l’Ucraina”

Gran Bretagna: “Ritiro delle truppe russe prima dei colloqui con l’Ucraina”

La Gran Bretagna ha chiesto il ritiro delle truppe russe prima dei colloqui con l’Ucraina. Il ministro degli Esteri britannico afferma che la Russia dovrebbe ritirare le truppe dall’Ucraina prima dei colloqui.

La Gran Bretagna può spingere il conflitto in un angolo?

Il Regno Unito ha chiesto alla Russia di ritirare le sue truppe prima di avviare i negoziati con l’Ucraina. Lo ha affermato il ministro degli Esteri britannico Liz Truss. “Se la Russia prende sul serio le sue intenzioni di negoziare, dovrebbe ritirare le sue truppe. Non possono negoziare con la canna di una pistola al tempio dell’Ucraina“. Ha anche affermato di non credere nell’impegno della Russia nei confronti della diplomazia. In precedenza, Truss ha ammesso che potrebbe sorgere un conflitto tra Russia e NATO per gli eventi in Ucraina. Ha anche notato che le nuove sanzioni occidentali non “esauriranno” immediatamente l’economia russa, ci vorrà del tempo. Il 24 febbraio, il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato di aver deciso di condurre un’operazione speciale nel Donbass. Zelensky ha annunciato l’introduzione della legge marziale in Ucraina e la rottura delle relazioni diplomatiche con la parte russa. È ovvio che UK fa la voce grossa senza rendersi veramente conto che Putin vuole andare fino in fondo.

Ci cerca il confronto o lo scontro?

La voce grossa serve ad esasperare gli animi o gettare fumo negli occhi? Siamo sicuri che sia la strada giusta? Questo conflitto con il minor numero di morti possibile lo può fermare solo il presidente ucraino. Questo lo sa bene anche l’occidente anche se fa la voce grossa, e sinceramente mi sembra un gran teatro.

By Luna Lanciani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.