Cosa c’è alla fine dell’universo?
Cosa c’è alla fine dell’universo?

Cosa c’è alla fine dell’universo?

Cosa c’è alla fine dell’universo? L’uomo si interroga da sempre su cosa ci sia alla fine dell’universo, oltre quello che fino a oggi la scienza conosce. Una risposta arriva dai cosmologi che teorizzano come l’Universo si espanda ben oltre il confine di quello che l’uomo riesce a vedere. 

Cosa c’è alla fine dell’universo?

Una risposta arriva dai cosmologi che teorizzano come l’Universo si espanda ben oltre il confine di quello che l’uomo riesce a vedere. Uno studio interessante arriva dal dottor Latham Boyle e colleghi che studiano al Perimeter Institute for Theoretical Physics di Waterloo, in Canada. I fisici hanno stabilito che le leggi della natura seguono tre simmetrie fondamentali:

  • carica
  • parità
  • tempo

Universo e scienza: che cosa c’è dall’altra parte?

Il cosmo dunque si evolve nel tempo e affinché queste simmetrie si compino c’è un tassello che ancora non conosciamo e che potrebbe trovarsi oltre il Big Bang che ha generato tutto quello che la scienza ha imparato a conoscere. Si tratterebbe di una sorta di universo “specchio” che gli scienziati potrebbero studiare attraverso le proprietà della nostra parte di universo. I fisici hanno stimato che l’universo potrebbe essere composto da circa il 27% di materia oscura e il nostro cosmo potrebbe avere un’altra metà ancora sconosciuta.

Cosa c’è alla fine dell’universo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.