Renzi ha ragione: Speranza faccia chiarezza sui fatti di Bergamo
Renzi ha ragione: Speranza faccia chiarezza sui fatti di Bergamo

Renzi ha ragione: Speranza faccia chiarezza sui fatti di Bergamo

Renzi ha ragione: si deve fare un’inchiesta, Speranza faccia chiarezza sui fatti di Bergamo. “Diciamo anche con molta chiarezza che sul tema del Covid da troppo tempo ci sono delle pagine grigie, per questo sarebbe utile una commissione di inchiesta“. Questa è una parte della dichiarazione del senatore.

Renzi ha ragione?

Questa volta, l’uomo che più di ogni altro ho attaccato dalle pagine di questo giornale mi trova d’accordo. Una inchiesta va fatta e anche alla svelta. “Una inchiesta che vada dall’acquisto delle mascherine ad alcune scelte fatte nel momento dell’emergenza. Si fanno commissioni di inchiesta su tutto, non capisco perché l’unico tema su cui qualcuno non vuole la commissione di inchiesta è il Covid“. Mi trova soprattutto d’accordo perché, questa reticenza porta ad una domanda: “cosa avete da nascondere?“. E’ vero lo scopo di Renzi sicuramente è abbattere Speranza, il mio soltanto quello di fare chiarezza sulla più grande truffa planetaria. Del resto l’industria farmaceutica vacillava e con il Covid ha avuto una bella boccata di ossigeno. Un pochino come l’industria bellica: troppo piccole le guerre di zona, ce ne vuole una seria. Una che faccia consumare armi serie, per poi ripartire con la fabbricazione.

Fatti salvi i miei ragionamenti…

Fatti salvi i miei ragionamenti, ciò che afferma Matteo Renzi, dopo l’audizione al Parlamento italiano del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, mi trova particolarmente d’accordo. “Quanto alla vicenda dei russi a Bergamo, il gruppo di Italia viva ha preparato un’interrogazione parlamentare che porremmo al Senato. Speriamo che il ministro Speranza venga a spiegarci cosa è successo. La poniamo al ministro Speranza non al ministro Guerini, sono due cose diverse. L’Italia è fortunata ad avere un ministro saggio come Lorenzo Guerini, avere lui alla guida della Difesa in questo momento è particolarmente positivo. Ma Speranza deve fare chiarezza sui fatti di Bergamo”. I soldati russi a Bergamo hanno fornito assistenza concreta, curando decine di pazienti, durante le ore più buie della storia recente e disinfettando decine di centri per anziani. Allora diteci come vi siete messi d’accordo dopo, per mangiare come leoni sulla vita delle persone. Su chi come pecore andava al macello senza farsi domande… e avete avuto il coraggio di chiamarci complottisti, folli e traditori. A noi che vi stavamo informando sulla più grande truffa sanitaria della storia dell’umanità. 

Mi avete minacciato e avevo ragione quando vi chiamavo ladri

Anche agli amici più stretti e ai familiari che mi hanno preso in giro e attaccato dico: ma andate a cagare! La più grossa truffa sanitaria si è rivelata con l’inizio della guerra. Ora anche i politici stessi chiedono lumi ai pochi consapevoli ladri e truffatori. I veri traditori sono coloro che si sono venduti l’anima alle Big Pharma… e i matti eravamo noi? Oggi, due anni dopo, vengono presentate come spie manovrate dall’intelligence russa, pedine per la propaganda di Mosca. Oscure figure volevano “entrare negli uffici pubblici italiani” (quelli di Bergamo) per avere accesso a dati sanitari e stilare accordi commerciali con l’Italia. Ora per sentirvi meglio: insultatemi! Ora per non sentirvi dei grandi coglioni: insultatemi! Per sentirvi sicuri credendo che questo sia un mondo perfetto: insultatemi! Io continuerò a battermi per la verità, la stessa che ho raccontato sulla guerra e che continuo a raccontare: non è quello che sembra, non vi dicono la verità, la propaganda di Stato ha bisogno delle sue vittime.

Un commento

  1. Pingback:Epatite acuta bambini Pregliasco: "Nessun ruolo del vaccino Covid"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.