25 aprile Mattarella ricorda: “La pace fu conquistata con le armi”
25 aprile Mattarella ricorda: “La pace fu conquistata con le armi”

25 aprile Mattarella ricorda: “La pace fu conquistata con le armi”

Ci avviciniamo al 25 aprile e il Presidente Mattarella ci ricorda: “La pace fu conquistata con le armi, oggi c’è chi manifesta disinteresse per la sorte dell’Ucraina. L’attacco violento della Federazione Russa non ha giustificazione. La pretesa di dominare un altro popolo, di invadere, ci riporta alle pagine più buie dell’imperialismo e del colonialismo“.

25 aprile Mattarella ricorda: “La pace fu conquistata con le armi”

25 aprile qualcuno dimentica?

Io vorrei tanto dare ragione a Mattarella, ma per accettare a pieno un pensiero così fatto, dovremmo anche condannare tutte le guerre create dagli USA. In tutto questo non possiamo pensare che le Azioni Speciali degli alleati occidentali non siano paragonabili a quella russa. Abbiamo troppi esempi: Desert Storm e l’invasione e l’abbandono dell’Afghanistan sopra a tutti. Ma anche le guerre nei balcani possono essere accostate all’azione speciale russa. Questo perché il tutto si fece per rovesciare un tipo di regime. Quindi dovremmo non fare due pesi e due misure. E’ vero che la Russia non ha giustificazioni, ma anche alimentare una guerra è ingiustificabile.

Imparzialità di parte

Il 25 aprile rappresenta la data fondativa della nostra democrazia, oltre che di ricomposizione dell’unità nazionale. Una data in cui il popolo e le Forze Alleate liberarono la nostra Patria dal giogo imposto dal nazifascismo“. Dovremmo stabilire super partes, cosa in una occupazione sia giusta e cosa sia sbagliata. Non possiamo dar giustificazione a ciò che ci è più comodo. La divisione del mondo, dal punto di vista politico militare, ci porta a ragionare in modo non imparziale. Vediamo come demoni tutti coloro che non sono NATO (come del resto fanno dall’altra parte) e quindi giustifichiamo i nostri delitti e non quelli degli altri. Vorrei ricordare a Mattarella, con tutto il rispetto possibile, che quando giudichiamo la Russia dovremmo anche tener in considerazione le azioni passate dell’Ucraina.

25 aprile e due mesi fa

Facciamolo ogni tanto questo benedetto giro nella storia… i fatti sono tutti criminosi se fatti con le armi. Una forza di liberazione può facilmente diventare una forza di occupazione. Non dimentichiamo Presidente, che l’azione alleata che festeggiamo il 25, ci ha tenuti sotto il tacco degli USA e degli altri alleati per 70 anni. Con questo non voglio dire che dobbiamo fregarcene dell’Ucraina, ma vista la storia, in cooperazione con i nostri alleati, non possiamo condannare la Russia e salvarci noi. Se il suo discorso non fosse stato discriminatorio e di parte avrebbe avuto un’importanza politica e culturale notevole… così non mi sento di appoggiarlo in pieno.

By Fabio Fiorina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.