Boris Becker ex campione di tennis condannato a due anni e mezzo di carcere
Boris Becker ex campione di tennis condannato a due anni e mezzo di carcere

Boris Becker ex campione di tennis condannato a due anni e mezzo di carcere

Boris Becker ex campione di tennis condannato a due anni e mezzo di carcere. Campione indimenticabile e rivale di Edberg, riconosciuto colpevole di frode fiscale a Londra.

Boris Becker condannato?

Attesa e inaspettata, la sentenza che ha condannato l’ex campione di tennis Boris Becker a due anni e mezzo per bancarotta fraudolenta. Una decisione che rafforza quanto sancito a inizio mese a carico di Becker, 54 anni, giudicato colpevole dalla Southwark Crown Court di quattro dei 24 reati a lui contestati nel processo per fallimento dichiarato nel 2017. Becker è stato condannato per 4 dei 24 capi d’imputazione per cui era finito sotto processo. Ma che cosa viene contestato a Becker? L’ex tennista, commentatore per l’autorevole BBC, avrebbe trasferito una quantità di denaro dal suo conto aziendale, non dichiarando una villa di proprietà in Germania e nascondendo circa 900mila euro di debiti e azioni di una società tecnologica. Un “buco” complessivo pari a circa 3 milioni di euro che, però, il campione non avrebbe coperto omettendo anche beni e denaro.

Un campione finito?

Becker vanta nella sua carriera la vittoria di sei Slam, ma è e rimane nella memoria collettiva soprattutto quel ragazzo che ha vinto sull’erba di Wimbledon nel 1985 a soli 17 anni. Il primo di una serie di riconoscimenti, di premi prestigiosi che, da quanto affermato dallo stesso campione in tribunale, non avevano importanza se non nel titolo.

“Per i giocatori quello che conta è la vittoria. I trofei non rappresentano molto quando si gioca”, le sue parole nella piena consapevolezza che i creditori avrebbero desiderato quelle coppe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.