Zelensky afferma: “1.115 insediamenti liberati, in campo intermediari influenti”
Zelensky afferma: “1.115 insediamenti liberati, in campo intermediari influenti”

Zelensky afferma: “1.115 insediamenti liberati, in campo intermediari influenti”

Zelensky afferma: “1.115 insediamenti liberati, in campo intermediari influenti“. La notizia o la dichiarazione è interessante e non fatico a credere che in alcune zone i russi sono stati respinti. La domanda che mi pongo però, a mio avviso è inquietante e dovrebbe far riflettere. Quali sono le forze in campo e cosa accadrà tra poco?

Zelensky afferma che l’Ucraina respinge i russi ma si rende veramente conto?

La Russia sta perdendo questa guerra? Sarà il loro Vietnam come è già stato in passato l’Afghanistan? Quando il 24 dicembre del 1979 i russi invasero l’Afghanistan, la parola d’ordine che serpeggiava all’interno delle organizzazioni militari e clandestine USA era: “Facciamo fuori un po’ di russi“. A capo di tutto c’erano il deputato Charlie Wilson e l’agente della CIA Gust Avrakotos. I due combinarono una alleanza disunita cioè: tutti sapevano chi partecipava all’operazione anti russa, ma nessuno doveva ammetterlo, tutto passava attraverso i due statunitensi. Cominciarono ad imbottire gli afghani di armi di fabbricazione Sovietica ma fabbricate fuori dalla Russia, a fare ciò ci pensarono Israele ed Egitto, ma di fatto le armi transitavano in Afghanistan attraverso il Pakistan. Lo sforzo economico per quei tempi fu mostruoso, un record mai eguagliato: USA e Arabia Saudita misero insieme 1000 miliardi di dollari. Quindi, gli afghani ben rifornito di armi e danari ricacciarono i russi a casa. Ora in Ucraina sta accadendo la stessa cosa, ma il danno è che tutto avviene alla luce del giorno quindi, si dovranno fare I conti con le umiliazioni a seguire?

La Russia accetterà una simile umiliazione?

Tutti contro la Russia, palesemente e senza nascondimenti. Tutti stanno combattendo insieme all’Ucraina. Palesemente impegnati in questa guerra, ormai sempre più terza guerra mondiale. Ogni nazione impegnata in questo conflitto rifornisce l’Ucraina di soldi e armi, ma a differenza del passato, dove il web era un sogno, oggi le notizie fanno il giro del mondo in un secondo, quindi nessuno può nascondere il proprio intervento. La domanda è: se le cose si dovessero mettere veramente male, e visti gli attori in campo, la Russia accetterà questa umiliazione o darà l’ultimo violentissimo colpo di coda? Ricordiamo, in questo momento la NATO è in capo palesemente quindi, la Russia risponderà alla guerra globale in modo totalitario?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.