Fifty – fifty: quando la bilancia del mondo pende alla sua pretesa
Fifty – fifty: quando la bilancia del mondo pende alla sua pretesa

Fifty – fifty: quando la bilancia del mondo pende alla sua pretesa

Fifty- fifty mi verrebbe da dire pensando all’analogia del pensiero liberale, ma liberato da se stesso. Cinquanta sono anche gli anni di coloro che hanno perso la dignità volendosi mettere in mostra su quelle piattaforme che, imperterriti, continuiamo a chiamare “sociali”. Ma di cosa sto parlando, vi chiederete voi? Adesso lo capirete.

Fifty- fifty: qual è la mia lotta sociale?

Le donne dotate di intelletto non dovrebbero dimostrare di essere al pari di nessuno. Dovrebbero chiaramente di per sé non sentirsi inferiori alla loro controparte, dalla quale si vogliono sempre più allontanare, ma altresì emulare. Eppure siamo differenti, nella misura in cui la natura ci ha fatti: l’uomo può mettersi a petto nudo, noi no! Ma perché? La nostra dimostrazione risiede nel fatto stesso della funzione naturalistica delle nostre doti. Saremo sempre coloro che danno luce a una nuova vita, motivo per cui saremo sempre coloro che tengono la bilancia del mondo. Ma adesso dove sta pendendo questa bilancia? Si dirige nell’assoluto oblio delle nostre pretese di catturare la parità di diritti di quel famoso fifty- fifty che non funzionerà mai, come non potrà mai funzionare a parti inverse.

Cinquantenni alla riscossa… anche meno

E se nel bel preambolo della vita si nasconde il libero arbitrio di coloro che condannano gli uomini a esseri privi di intelletto e “gonfi” di ardore, ricordo ancora una volta le foto, le pose, le provocazioni nutrite da donne mature mediante sempre i soliti network. Ma che volete da me? Tutti gli uomini sono porci maschilisti che ci vedono come oggetti sessuali. No, non parole mie dalle quali mi discosto nelle mie piene facoltà mentali, ma di tutte coloro che, nonostante gli atteggiamenti inversi, continuano a volerlo pensare. Madri divorziate che cercano il toy boy? Oppure l’uomo di successo, l’artista che esprime la sua sensibilità, che guadagna bene e se non ci piace, possiamo cornificare? Ricordate che quando si pesca, si può prendere di tutto: dipende sempre da quale esca si usa. Intelletto, spirito e animo oppure fatiscenza, filtri e apparenza? A voi la scelta, ma la coerenza dovrebbe rimanere inviolabile e categorica. Ma quanti morti di f..a esistono… oh dammazione! 😩😂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.