Yatseniuk: “Visita leader Ue dimostra sostegno unito a nostro Paese”
Yatseniuk: “Visita leader Ue dimostra sostegno unito a nostro Paese”

Yatseniuk: “Visita leader Ue dimostra sostegno unito a nostro Paese”

Yatseniuk: “Visita leader Ue dimostra sostegno unito a nostro Paese. Draghi politico pragmatico e non populista, appartiene a scuola leader di cui c’è carenza”. Parole dal mio punto di vista, poco convincenti.

Cosa deve chiedere Yatseniuk a Draghi?

“Mario Draghi appartiene alla scuola dei leader a me ben noti e di cui oggi c’è una grande carenza. È un politico pragmatico e non populista. Per questo, la posizione dell’Italia nei confronti dell’Ucraina e la condanna della Russia è tra le più chiare in tutta la storia dei nostri rapporti bilaterali. La sua frase chiave è ”nessuna decisione sull’Ucraina senza Ucraina, noi appoggiamo ciò che vuole l’Ucraina’. Questo è il modo giusto di agire, pubblicamente e non”. Ad affermarlo è Arsenji Yatseniuk, ex premier dell’Ucraina, ex presidente del Parlamento ed ex ministro degli Esteri, che commenta la visita a Kiev di Draghi, Scholz, Macron e Iohannis.

Nel segno del quattro

“La visita dei quattro leader è la dimostrazione di quanto l’Unione Europea sia unita nel sostegno dell’Ucraina. È la dimostrazione per il popolo ucraino che l’Unione sta insieme a noi, ed è anche la dimostrazione a Putin che i suoi conti sulla debolezza dell’Europa e i suoi legami storici con l’Italia, Germania e Francia non sono si sono avverati. L’Europa si è resa conto di chi sia Putin e che cosa sia la Russia, e del pericolo che comportano per tutti i Paesi cui leader oggi sono venuti in Ucraina. È di assoluta importanza che venga mantenuta anche in seguito l’unità dell’Unione Europea e nonostante tutte le sfide come prezzi alti per l’energia o prodotti alimentari. Rimanere in piedi e diventare più forti, liberarsi dal ricatto russo su energia, materie prime o politica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.