L’inganno sociale delle generazioni fatiscenti
L’inganno sociale delle generazioni fatiscenti

L’inganno sociale delle generazioni fatiscenti

L’inganno sociale resta la prerogativa fatiscente delle generazioni che crescono nella totale assenza delle capacità di vita futura e passata. Sono parte della società, ma di fatto non ne fanno realmente parte. Si tratta di giovani senza prospettive dell’avvenire e senza reali motivazioni per costruirsi la propria ambizione.

L’inganno sociale è paragonabile al vissuto generazionale passato?

No. Il primo errore dettato dal nostro vissuto e non del loro, ci spinge a fare una deviazione di percorso rappresentativo di ciò che per noi è stato e che, quindi, non può avere paragone con l’era che vivono i giovani. C’è sempre una lamentela costante nel descrivere la loro situazione sociale. Se da una parte la questione può essere reale, dall’altra dobbiamo interfacciarci alla loro realtà e alla loro esperienza di vita. Ma quale? Ci sono giovani che si approcciano sul mondo del lavoro in modo duro, accettando di essere responsabili e autonomi in tutto e per tutto. Sono quelli che hanno realmente l’esigenza di essere loro stessi e comprendere la fatica del guadagno in quanto prima sussistenza di vita. Non accettano compromessi coi genitori e vogliono di fatto essere trattati come uomini o donne di un determinato livello.

Il rovescio della medaglia a più facce

Ma sebbene esistano giovani prorompenti e competenti, esistono anche quelli che hanno un’estrema paura ad affacciarsi al mondo del lavoro. Restano così nella nicchia familiare con la pretesa, a volte, di condurre uno stato di vita sociale avanzato. Costringendo i genitori a vivere nel sacrificio e spesso, di privarsi della propria libertà per condurre una vita all’insegna del guadagno che pare non bastare mai. Sono giovani problematici che si sono ritrovati a vivere tra una cerchia di amici pretenziosa, magari con genitori ricchi che non spingono i figli all’individualità di massa. Non si piegano a fare lavori umili e pretendono di prendere una laurea senza la peculiare gavetta che, chi più o chi meno, ha fatto nella propria vita. Lo scambio generazionale ha portato estreme difficoltà e maggiore lusso all’interno di ogni famiglia, ma senza la volontà di sacrificio da parte di ogni membro, ci sarà sempre una discrepanza di fondo, atta ad ampliarsi sempre maggiormente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.