Rimpasto di governo? Chi lo cita non sa di cosa parla
Rimpasto di governo? Chi lo cita non sa di cosa parla

Rimpasto di governo? Chi lo cita non sa di cosa parla

Rimpasto di governo? Chi lo cita non sa di cosa parla. La maggioranza? È l’unica volta che non è in pericolo. Di Maio non è uscito dal governo ma dal movimento 5 stelle. Di Maio non è passato all’opposizione, bensì ha solo occupato, lui e i suoi servì sciocchi, altre poltrone.

Rimpasto di governo? Chi lo cita non sa di cosa parla

Rimpasto di governo?

Salvini per primo dice: “Non lo chiede la Lega. Non commento i problemi degli altri. Per quanto riguarda un possibile dialogo tra Di Maio e Giorgetti ne parlate voi giornalisti”. È un Salvini accorto che tenta di spiegare che non ci sono le condizione di un rimpastone per effetto M5S. Lo so vi sembra quasi impossibile che ne abbia indovinata una, ma del resto anche Calenda si schiera contro Di Maio… insomma gigge’ t’ha detto male. Infatti Calenda dice: “Io penso che una persona che ha avvelenato il dibattito politico, che ha chiesto l’uscita dall’Euro, che voleva mettere in galera tutti, che ha distrutto l’Ilva, che ha annientato il gasdotto con Israele… sentirlo fare i discorsi che gli ho sentito fare l’altra sera, in un Paese serio verrebbe preso a pernacchie. Io non do nessun credito a nessuna cosa dica Di Maio”. Caro Di Maio sentir dire queste cose a una nullità come Calenda è un fallimento totale, uno dei politici più inutili del mondo.

Se è cip e cip

Il disfacimento di giggetto è totale, un’intera classe politica, per lo più costituita da nullità, si schiera a favore di Conte e di quel che rimane del M5S. Le parole più importanti sono state dette da Fico secondo me, ma sono cadute in una specie di limbo. Fico ha detto che non è una operazione politica ma di potere. Sapete cosa ha detto? Che Di Maio è uscito dal M5S per seguire, come leader assoluto, una scia di potere, che si è andata a formare con il governo Draghi. Mettetevi bene in testa che finché esisterà questa emergenza mondiale, votazioni o non votazioni, Draghi rimarrà dove è. Questo lo sa la Lega, lo sa il Pd e anche la Meloni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.